Calciomercato Milan, Inzaghi in bilico: pronti Prandelli o Spalletti

CONDIVIDI

Filippo Inzaghi

Periodo delicato per Pippo Inzaghi sulla panchina del Milan. Il presidente Silvio Berlusconi non ha gradito la sconfitta dei rossoneri contro l’Atalanta e ha messo nel mirino il tecnico, i calciatori e anche le scelte di Adriano Galliani. “E’ inaccettabile perdere contro chi guadagna cinque volte meno”, avrebbe detto il numero uno del club rossonero. Per il momento, Inzaghi resta ben saldo sulla sua panchina ma la situazione potrebbe radicalmente cambiare nelle prossime due partite.

INZAGHI IN BILICO: PRONTI PRANDELLI O SPALLETTI

Il futuro di Pippo Inzaghi come allenatore del Milan si deciderà nella doppia sfida contro la Lazio, sabato in campionato e martedì prossimo in Coppa Italia. In caso di doppio tracollo, la situazione dell’ex bomber del Milan sarebbe davvero a rischio e, con il terzo posto sempre più lontano, Berlusconi potrebbe decidere per un cambio di rotta immediato.

Per il momento si tratta di semplici ipotesi. Il Milan, infatti, non ha pensato ad una valida alternativa in caso di fallimento di Inzaghi. Tuttavia i nomi che potrebbero prendere il posto dell’attuale allenatore rossonero sono due. Si tratta di Cesare Prandelli, ex C.T. della Nazionale, esonerato da qualche settimana dal Galatasaray e Luciano Spalletti, ancora legato allo Zenit San Pietroburgo ma con il contratto in scadenza a giugno.

Senza dimenticare Clarence Seedorf ancora presente nel libro paga dei rossoneri. Difficile, dunque, ipotizzare un esonero immediato di Inzaghi soprattutto per motivi economici. Se, però, l’attuale allenatore rossonero dovesse davvero fallire, c’è sempre la possibilità di ricorrere al traghettatore Tassotti.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com