Home Ultim'ora Juventus, Allegri: ‘Contro il Chievo non possiamo sbagliare. Conte? Solo una visita...

Juventus, Allegri: ‘Contro il Chievo non possiamo sbagliare. Conte? Solo una visita di routine’

CONDIVIDI

Massimiliano Allegri

JUVENTUS ALLEGRI – Alla vigilia di Juventus-Chievo ecco le parole del tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri nella consueta conferenza stampa: ‘Infortunati? Barzagli sta decisamente meglio, domani sarà convocato per fargli rivivere il clima ritiro. È ancora lontano dal rientro ma continua a stare bene psicologicamente e fisicamente. Anche per il mercato la questione difensore si è tranquillizzata. Influenzati abbiamo avuto Pirlo, che ieri è tornato in campo, vediamo oggi le condizioni, se sta bene giocherà altrimenti abbiamo la partita mercoledì e poi domenica ancora, e sia Pogba che Marchisio a centrocampo sono diffidati. Chievo? Bivio importante, come tutte quelle fino alla fine, non c’è tempo per sbagliare, è la seconda parte della stagione e servono ancora tante vittorie prima dell’obiettivo finale. Al 31 maggio essere in testa alla classifica, questo conta, non +5, +6, +3, +8. Certo meglio essere a +5 o a +8 rispetto a stare a -5 o -8, ma è anche vero che con i tre punti se sbagli due partite vanifichi tutto. Non ci mettiamo a fare i conti, che a fare i conti escon fuori i contadini come diciamo in Toscana. Non sarà una partita semplice come tutti dicono, loro con la Fiorentina hanno avuto occasioni importanti sull’1-1, pericolosi in contropiede, dovremo fare una partita intensa e con un alto valore tecnico Giovinco? Fino al 30 giugno è un giocatore della Juve e io lo tratterò come tale, a meno che non ci sia la possibilità che vada via prima. I rapporti di lavoro iniziano, durano, finiscono. Raiola? L’ho visto ieri di sfuggita, non so se sono stato sfortunato o fortunato a non vederlo mai quando era qui a Vinovo. Poi ieri ho saputo che vuole diventare presidente Fifa, ha un obiettivo importante da raggiungere…Conte? Da parte mia niente di significativo, una visita di routine normale che il ct della Nazionale ha fatto come con tutti i club italiani: una routine di lavoro da parte del ct e niente di più. Ci siamo visti tre minuti e poi avevo l’allenamento’.

La redazione di calciomercatonews.com