Roma, obiettivo Stadio: ‘Le strutture italiane sono pericolose: c’è desiderio di cambiamento’

CONDIVIDI

Pannes

Intervistato dalla rivista Stadia, Mark Pannes, CEO del progetto legato allo stadio di proprietà della Roma, ha rivelato lo stato attuale dei lavori, con un obiettivo ben preciso: cambiare il concetto di stadio in Italia, dopo una reputazione arrivata al minimo storico.

Ora in Italia c’è la consapevolezza riguardo l’assenza di investimenti negli stadi, mancanza che ha causato il peggioramento di un ambiente dedicato ai tifosi – spiega Pannes – Le strutture italiane sono diventate col tempo posti pericolosi e meno invitanti per le famiglie. Ora, però, c’è un importante desiderio di cambiamento. In un solo anno, infatti, abbiamo ricevuto l’approvazione comunale al progetto“.

Appuntamento dunque al 15 giugno, data in cui l’AS Roma consegnerà alla Residenza Municipale di Roma Capitale il progetto per la zona di Tor di Valle.

M. M. Munno – calciomercatonews.com