ESCLUSIVA CmNews – Rocchi: ‘Lazio, batti la Juventus e prendi Balotelli’

rocchi

8 agosto 2009. Esattamente 6 anni fa la Lazio vinceva la Supercoppa Italiana a Pechino battendo l’Inter di Mourinho. Fu decisivo  un gol di Tommaso Rocchi. Oggi, sei anni dopo, i biancocelesti ci riprovano. Sempre la Supercoppa, sempre in Cina (a Shanghai), ma questa volta contro la Juventus. Calciomercatonews.com ha intervistato per voi proprio Rocchi, l’ex capitano della Lazio che ha deciso la finale del 2009.

Chi vince oggi la Supercoppa?

“Spero la Lazio. Nel 2009 noi battemmo l’Inter di Mourinho che pochi mesi dopo avrebbe vinto la Champions, mentre noi rischiammo di retrocedere. Oggi fra Lazio e Juve c’è molta meno differenza”.

Cosa ricorda della finale del 2009?

“Tutto. Giocare in Cina è speciale. Il caldo è terribile, si suda tantissimo, si perdono anche 4 chili durante la partita. Noi soffrimmo tantissimo ma alla fine bastarono due acuti per vincere. Spero che la Lazio oggi possa giocare in maniera compatta. Non sarà facile ma una squadra unita può farcela”.

La Lazio in estate ha lasciato andar via giocatori importanti come Mauri e Ledesma…

“Manca la voglia di voler inserire in socieà gente che rappresenti il club. Io ho giocato anche nell’Inter e so quanto ci tengono lì. Ora ci sono Zanetti e Stankovic, prima Cordoba. A Roma questo manca. Spero che Mauri e Ledesma adesso possano fare la scelta giusta. In casi come questi si è di fronte a un bivio. O si sceglie di continuare in Italia, oppure si volta completamente pagina per rispetto della ex. Del Piero per esempio non voleva che la propria immagina fosse legata ad altri club italiani e se ne è andato. Mauri e Ledesma potrebbero fare la stessa cosa”.

Ora si parla di Balotelli, le piace?

“Come giocatore è bravo. Se mi chiedessero un giudizio tecnico non può che essere positivo. Però bisogna capire se avrà voglia di mettersi in gioco, se è pronto a maturare. La Lazio ha bisogno di altro, di gente affermata e che faccia fare il salto di qualità immediatamente. Prenderei un difensore e un centrocampista forti, ma serve un innesto numerico anche in attacco”.

Qual è la squadra che si sta muovendo meglio sul mercato?

“Secondo me la Juventus, che quindi resta la squadra più forte. Hanno capito in tempo che era finito un ciclo e si sono separati da giocatori di grande talento ma che potevano avere la pancia piena. E i vari Mandzukic e Dybala non sono di certo scarsi”.