Home Archivio articoli Il PUNTO SULLA PREMIER LEAGUE – Mourinho senza freni: ora canta pure!...

Il PUNTO SULLA PREMIER LEAGUE – Mourinho senza freni: ora canta pure! E intanto il City…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:12
CONDIVIDI

WEST BROMWICH, ENGLAND - AUGUST 23:  Jose Mourinho Manager of Chelsea shouts into the television microphone after the Barclays Premier League match between West Bromwich Albion and Chelsea on August 23, 2015 in West Bromwich, United Kingdom.  (Photo by Catherine Ivill - AMA/Getty Images)

La Premier League ha grandi sfide da offrire, l’ultima è quella di ieri sera tra Arsenal e Liverpool. I due giganti – o aspiranti tali – hanno dato vita a un Monday Night frizzante ma senza reti. I Reds devono mangiarsi le mani per quanto sprecato nel primo tempo, l’acquisto milionario Benteke ha almeno un gol sulla coscienza. A salvare i Gunners ci sono anche i legni, poi le cose migliorano nella ripresa. Ci troviamo di fronte al solito Arsenal, meraviglia incompiuta che non trova stabilità, gioco improntato all’attacco ed enormi sofferenze difensive. Ricordiamoci che, Cech a parte, il mercato dei londinesi è inesistente. Non riusciamo a capire il disegno nella mente di Wenger, molto probabilmente sarà l’ennessima annata passata a galleggiare, alta classifica sì ma sempre senza il “quid” per pensare in grande. Il popolo dell’Emirates Stadium, forse, è già stufo. Il Liverpool, almeno, ha un’idea di futuro in mente. Coutinho è sempre più uomo di riferimento, perplessità per gli acquisti di Benteke e Firmino. Entrambi validi, ma forse sopravvalutati. L’usato sicuro Milner invece sarà prezioso senza dubbio.

Abbiamo lasciato il Chelsea alle prese con problemi ambientali sempre più fastidiosi. Mourinho contro Eva Carneiro, Mourinho contro Max Allegri, adesso Mourinho contro il microfono. L’immagina del portoghese che strilla nel microfono a bordocampo ha fatto il giro del mondo, “stavo cantando” ha detto lo Special One. Mah. C’è la sensazione di un’ambiente davvero troppo stressato, José ha il vizietto di pretendere il massimo da se stesso e dagli altri, così arrivano grandi risultati, ma alla lunga la corda potrebbe rompersi. Stavolta però ci sono i tre punti a consolare i Blus, Pedro subito in gol ma l’espulsione di Terry per fallo su Rondon getta ulteriori ombre sulla tenuta difensiva. Eppure la fase di non possesso è tradizionalmente fiore all’occhiello di Mou. Neppure l’arte della frecciatina sembra funzionare: Allegri ha preferito non rispondere, chi invece ha replicato è Fabrice Muamba. Il giocatore il cui cuore si fermò per 78 minuti tre anni fa è intervenuto in merito ai medici in campo, ricordando a tutti che se lei è ancora vivo lo deve proprio al celere intervento. Mourinho, ultimamente non te ne va bene una.

Abbiamo accennato al mercato dei Blues, entra Pedro ed esce Cuadrado, scaricato dopo poco tempo. Troppa fretta? Il Manchester City ha vinto su un campo difficile come quello dell’Everton e va al comando, punteggio pieno. Il Leicester stavolta non ha raccolto i tre punti ma resta comunque imbattuto. Sette punti in tre gare sono comunque un bottino strepitoso per una squadra che deve salvarsi, pareggiare con il Tottenham non è certo una vergogna. Claudio Ranieri non poteva iniziare meglio. Storica la vittoria del Bournemouth, la prima nella massima categoria, splendido 4-3 a Boleyn Ground. Il West Ham, dopo il bel esordio con l’Arsenal, sta evidenziando problemoni. Chissà che il probabile arrivo di Zaza non migliori le cose. Il Manchester United rallenta ma da quanto abbiamo visto in questo avvio di campionato le cose potrebbero decollare nelle prossime settimane. I Red Devils hanno seminato a lungo, seppur in maniera spesso confusa, adesso hanno finalmente una base sulla quale costruire i propri progetti.

Premier League, terza giornata

Manchester United-Newcastle 0-0

Crystal Palace-Aston Villa 1-1 [71′ Dann (C), 76′ aut. Souare (A)]

West Ham-Bournemouth 3-4 [11′ e 28′ WIlson (B), 48′ Noble (W), 53′ Kouyatè (W), 66′ Pugh (B), 79′ Wilson (B), 82′ Maiga (W)]

Norwich-Stoke 1-1 [11′ Diouf (S), 28′ Martin (N)]

Sunderland-Swansea 1-1 [47′ Gomis (SW), 62′ Defoe (SU)]

Leicester-Tottenham 1-1 [81′ Alli (T), 83′ Mahrez (L)]

Wba-Chelsea 2-3 [20′ Pedro (C), 30′ Diego Costa (C), 36′ Morrison (W), 43′ Azpilicueta (C), 59′ Morrison (W)]

Everton-Manchester City 0-2 [61′ Kolarov, 89′ Nasri]

Watford-Southampton 0-0

Arsenal-Liverpool 0-0

classifica: Manchester City 9, Leicester 7, Liverpool 7, Manchester United 7, Crystal Palace 6, Swansea 5, Everton 4, Norwich 4, Arsenal 4, Chelsea 4, West Ham 3, Watford 3, Bournemouth 3, Aston Villa 3, Tottenham 2, Stoke 2, Newcastle 2, Southampton 2, Sunderland 1, Wba 1