Roma, deferito Daniele De Rossi per l’esultanza al derby del 24 maggio 2015

DeRossi

Dopo la stangata sportiva sul campo del BATE Borisov, piove ancora sul bagnato in casa Roma: con una nota, la FIGC annuncia il deferimento per Daniele De Rossi presso il Tribunale Federale ed il deferimento per la società giallorossa, coinvolta a titolo di responsabilità oggettiva.

Il provvedimento è legato all’esultanza del centrocampista azzurro nel post-derby, come descritto nel documento federale: “Per avere al termine della gara del campionato di Serie A Lazio-Roma, disputata allo Stadio Olimpico il 24 maggio 2015, esultato per la vittoria conseguita dalla propria squadra indirizzando nei confronti della tifoseria della squadra avversaria un plateale gesto offensivo e provocatorio indicando con entrambi le mani le sue parti basse e successivamente indirizzando, sempre nei confronti dei tifosi avversari, con le braccia sollevate in alto entrambe le dita medie delle mani, in atteggiamento offensivo e di scherno, manifestazioni idonee a costituire incitamento alla violenza“.

Segui @Matteo_Munno – calciomercatonews.com