Inter, Mancini è una furia con i giornalisti: ‘Ci vorrebbe il fantacalcio…’

Mancini

Dimenticare, in fretta, la Fiorentina e riprendere il discorso da dove si era interrotto. E’ questo il diktat di Roberto Mancini, tecnico dell’Inter che si prepara ad affrontare la difficile trasferta di Genova dove ad attendere i nerazzurri ci sarà la Sampdoria di Walter Zenga. Tono polemico quest’oggi in sala stampa da parte dell’allenatore del club nerazzurro soprattutto nei confronti dei giornalisti che hanno commentato la gara contro i viola: “Sconfitta con la Fiorentina? E’ stata una sconfitta assurda. Nella prima mezz’ora, nonostante lo svantaggio abbiamo fatto una delle migliori partite. Chi vuol parlare di questo parli pure. La difesa a 3? I giocatori sono sempre undici. In Italia si parla sempre di questo senza sapere di cosa si parla. Si perde per altri motivi. Non cambia niente il modulo. Ci sono cose che non incidono nella partita. Sulla partita incidono gli errori dei singoli o dell’arbitro, ma non la difesa a 3, a 4 o a 5. Se rivedete la partita che abbiamo fatto il risultato è stato assurdo. Non c’è stato nessun errore di approccio. Abbiamo fatto un errore nei primi minuti, poi bisogna vedere se c’era rigore o meno, poi abbiamo sbagliato ancora e con l’espulsione si è chiuso tutto. Se riguardi la partita è una delle migliori che abbiamo fatto. Questa non si può spiegare, si accetta il risultato e si va avanti. Le critiche? C’erano anche dopo le cinque vittorie. Io non mi preoccupo di quello che scrivono i giornali. Io ho un’idea di calcio e non mi posso far condizionare da fattori esterni. Tutti vogliono fare gli allenatori, tutti si mettono a pensare quale possa essere la cosa migliore ma Telles gioca da esterno difensivo. Ci vorrebbe il fantacalcio per i giornalisti sulle formazioni”.