Nazionale, Conte: ‘Insigne è un esterno, Berardi tornerà a casa’

Conte

In vista delle partite di qualificazione agli Europei 2016 contro Azerbaijan e Norvegia, Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni:

SULLA SERIE A: “Penso che sia un campionato bello e divertente. Il fatto che sia in testa la Fiorentina è bello, fa capire che con organizzazione, lavoro, giocatori e tecnico preparati si possono fare cose molto belle, pur essendo stati criticati ad inizio stagione. Non dimentico nemmeno Torino, Sassuolo e Napoli. E’ una Serie A frizzante. Abbiamo cercato di seguire gli azzurrabili, alcuni stanno facendo bene, altri meno. Però cerchiamo sempre di prendere tutto quello che offre il campionato e di portarlo successivamente in nazionale“.

SU INSIGNE: “Insigne sta facendo molto bene col Napoli, per fortuna non si è infortunato nel match contro la Juventus. Sta facendo delle cose egregie come esterno in questo 4-3-3, speriamo si possa ripetere anche in nazionale. Tra quelli convocati tutti possono essere titolari. In questi giorni di preparazione alla partita vedrò quale sarà lo stato di forma di tutti. Il campionato sta dimostrando di essere di grande livello, sono comunque convinto che chi ha avuto qualche passaggio a vuoto potrà riprendersi, alla fine saranno sempre le stesse a contendersi la vittoria del campionato.

Penso che Sarri abbia fatto un po’ quello che ha fatto Benitez, ha messo un centrocampista in più. Vi avevo già detto che per quanto mi riguarda Insigne non è un trequartista. Sono partite fondamentali per noi, non abbiamo ancora il pass per Euro 2016. Dobbiamo cercare di non aspettare il secondo match ball, chiudiamo nella prima partita. L’Azerbaijan è una squadra che sta crescendo“.

POCHI ITALIANI IN CAMPO:E’ una situazione sotto gli occhi di tutti, ma ogni volta non la posso rimarcare per creare un alibi. E’ una situazione che c’è, cerchiamo di lavorare ed ottimizzare il prodotto sperando che in futuro, anche grazie alle nuove regole, possa crescere il numero di italiani nelle squadre. Per adesso ho un gruppo di 40 calciatori, potrebbe eventualmente aggiungersi qualcun’altro, voglio lavorare con questi“.

SU PEPITO ROSSI: “Stiamo seguendo il suo recupero, certo che lo monitoriamo. Ci auguriamo che possa continuare a migliorare, sa benissimo l’affetto che nutriamo nei suoi confronti. Lo abbiamo anche chiamato per fargli sentire la voglia da parte nostra di poterlo riabbracciare. Aspettiamo, sapendo che si tratta di un ragazzo che è stato sfortunato, ma che ha carattere e voglia di rifarsi“.

SU JORGINHO: “Lo stiamo seguendo, può giocare con noi. Mi auguro che non ci sarà nessuno scandalo se dovessi chiamarlo in futuro“.

SU BERARDI: “Berardi ha accusato un problema muscolare, ha fatto una risonanza dalla quale non risulta niente di particolare. Detto questo, sono passate solamente 24 ore. Parlando col ragazzo però ho saputo che avverte dolore e viene anche da una recidiva. Motivo per il quale preferisce curarsi e tornerà a casa. Non chiamerò nessuno al suo posto perchè in rosa abbiamo già elementi che possono fare al caso nostro. Possibilità ne avranno in futuro anche coloro che hanno giocato gli europei di categoria la scorsa estate. Inanto però pensiamo alla qualificazione all’europeo“.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com