Inter, Mancini sbotta: ‘Non stiamo giocando a basket, basta con i cartellini!’

Mancini

Al termine di Bologna-Inter, gara vinta dai nerazzurri e che li riporta momentaneamente in testa alla classifica di Serie A, il tecnico della squadra meneghina Roberto Mancini, ha così parlato ai microfoni di Mediaset Premium “La mia espulsione? Ho protestato, è il gioco del calcio. Felipe Melo fuori per doppia ammonizione? Non si può mandare un calciatore fuori in questo modo. Il calcio è un gioco di contatto, è la terza gara che giochiamo in dieci. Credo che in due occasioni le espulsioni non ci fossero. Non si può continuare ad ammonire, in Inghilterra non ammoniscono mai. Io non ho detto nulla all’arbitro, bisogna chiedere all’arbitro della mia espulsione. Ho chiesto soltanto che fallo era, dopo c’è stato un fallo identico da parte di un calciatore del Bologna. Gli arbitri stanno ammonendo ed espellendo troppo, il calcio si gioca in undici contro undici. Non si può ammonire, esiste il fallo. Non stiamo giocando a basket. Vogliamo migliorare il calcio italiano ma, sanzionando tanti falli con tanti cartellini, non ci riusciremo”.