Francia, i calciatori in rivolta contro la federazione: a rischio Inghilterra-Francia?

FRANCE-ATTACKS-PARIS

I fatti accaduti ieri sera in Francia, considerato anche quanto successo allo Stade de France durante lo svolgimento dell’amichevole Francia-Germania, hanno scosso il mondo del calcio. I calciatori della nazionale transalpina, proprio come tutti i francesi, sono ancora terribilmente preoccupati per quanto accaduto e soprattutto per quanto potrebbe accadere nell’immediato futuro all’interno della nazione, già falcidiata da un altro attentato, quello accaduto a gennaio all’interno della redazione del giornale satirico Charlie Hebdo. Proprio per questa ragione, i calciatori della Nazionale si starebbero muovendo concretamente per evitare di disputare l’amichevole prevista per martedì prossimo contro l‘Inghilterra, che però è stata confermata dalla federazione francese che così ha motivato la scelta: “Dopo lunghi ragionamenti con la Federazione inglese, che ci ha assicurato che non ci sarebbero stati rischi particolari in vista di questa partita, abbiamo deciso di giocare la gara. Se le autorità britanniche dovessero rivalutare la situazione, la decisione potrà poi essere modificata”. La voce dei calciatori però si è fatta sentire in queste ore, come riportato da RMC: “Il nostro unico desiderio – ha confessato un calciatore della nazionale rimasto però anonimo –  è quello di essere con i nostri cari, non abbiamo nessuna voglia di pensare al calcio. Molti non vogliono continuare a stare qui”. Possibile che dalle parole si passi ai fatti: i calciatori potrebbero decidere di scioperare contro la decisione della Federazione.

M.P.- www.calciomercatonews.com