Roma, papà Salah: ‘Ora sta bene. La Fiorentina? Non voleva andarci, aveva paura’

Salah

Il padre dell’attaccante della Roma Mohamed Salah, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport in cui ha parlato dell’avventura italiana del figlio, dalla Fiorentina fino alla Roma.

SULL’INFORTUNIO NEL DERBY – “E’ stato tra i momenti più brutti della mia vita. Abbiamo avuto grande paura, non sapevamo cosa fare. L’ansia è durata fino al momento in cui ha risposto a sua sorella per rassicurarci che stava bene e che non si era rotto il piede, dicendoci che tornerà a giocare fra un mese. I medici, però, gli hanno consigliato di non affrettare il ritorno. Tornerà più forte di prima”.

NUOVA VITA A ROMA – “Mohamed è certamente più felice a Roma che a Firenze. Gioca per una squadra che vuol vincere titoli, tutti i compagni gli vogliono bene, soprattutto Nainggolan che è stato il primo ad arrabbiarsi dopo il violento intervento di Lulic. Anche Totti gli vuole bene e lo aiuta. I giallorossi vogliono vincere lo Scudetto. C’è grande competizione e le cose vanno bene. Il rapporto tra Garcia e Mohamed è più che eccellente. Quando esce tutti lo festeggiano. Gli italiani sono un popolo amichevole con caratteristiche simili alle nostre. E poi ci sono molti egiziani che vivono in Italia, quindi Mohamed si sente a casa”.

SULLA FIORENTINA – “Mohamed aveva paura di andarci, per lui tutto era un mondo nuovo, ma gli ho detto: ‘Il prestito è solo per 6 mesi, se li passi in panchina sarà come stare al Chelsea e se giochi titolare di certo sarà meglio per te’. La decisione è stata giusta, Mohamed ha potuto presentarsi in Italia in modo eccezionale. Sapevo che avrebbe avuto grande successo se si fosse trasferito a giocare in Europa”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com