Inter, Mancini: ‘Siamo l’Inter ed abbiamo l’obbligo di credere allo scudetto’

©Getty Images
©Getty Images

Non si nasconde più il tecnico dell’Inter Roberto Mancini e parla apertamente di scudetto. Nella conferenza stampa pre Inter-Genoa, gara che arriva dopo la sconfitta del San Paolo, l’allenatore jesino ha spiegato apertamente di conoscere i limiti della sua Inter, ma di puntare fortemente sul gruppo nerazzurro: “Noi siamo l’Inter e abbiamo l’obbligo di credere allo Scudetto, anche se ci sono squadra più attrezzate. Il primo obiettivo è arrrivare in Champions ma vorremmo fare di più. Juve, Napoli e Roma sono forti sicuramente, la Fiorentina sta giocando bene, ma non sempre il campionato lo vince la squadra più forte. Icardi? Sono felice di tutti, ma ci sono giocatori bravi che possono fare di più. Icardi è stato in panchina, come Jovetic, come Rodrigo che sta benissimo. Può ricapitare, non sarà un problema. La gara di Napoli è stata difficile, subendo un gol subito per 15-20 minuti la squadra ha abbassato il baricentro e Mauro è rimasto isolato, non ha avuto palloni giocabili, avrebbe dovuto cercare altri spazi. In quel momento la squadra era indietro perché condizionata. Nella ripresa ho dovuto fare un cambio. Alla fine Mauro farà i gol che ci serviranno, ora è in difficoltà ma nessuna preoccupazione”.