Fiorentina, Sousa: ‘Bernardeschi? Fa piacere che piaccia ai grandi club’

Getty Images
Getty Images

L’allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida contro l’Udinese: “Negli ultimi due allenamenti abbiamo lavorato con intensità massima, oggi abbiamo allentato un po’ perché domani ci serve freschezza nella testa e nelle gambe. L’Udinese è una squadra in forma, lavora bene ed è organizzata. Ci serviranno decisioni giuste, veloci che ci porteranno alla vittoria”.

SULLA JUVENTUS –  E’ sempre stata in corsa, ho già detto diverse volte che la storia e la cultura ti porta alla consapevolezza di essere sempre preparato alle difficoltà. Le hanno avute all’inizio e stanno tornando, perché ha una base di altissima qualità a livello di squadra ed una base fortissima a livello di storia e cultura. Lottano per lo scudetto, certo.

SUI SINGOLI – Kalinic? Ci vorrebbero tanti aggettivi per descriverlo, lui è un uomo squadra: energetico. Rossi? Credo che siamo nel calcio da tanti anni, non dobbiamo mai nascondere la realtà. Non mi dà fastidio che si parli della sua gestione, io cerco di essere onesto coi miei giocatori e con voi, ma capisco che tutti cercano di spingere i propri interessi. L’interesse principale, però, è la squadra. Cene e pranzi di squadra? Credo siano sempre importanti, Andrea (Della Valle) già da tempo pensava e programmava questo, finalmente oggi ci è riuscito. Abbiamo pranzato con tutte le famiglie, sono importanti per i calciatori. Tutto quello che possiamo fare per essere sempre più vicini e più forti, lo faremo. Bernardeschi? A volte non servono parole per parlarsi, non solo con lui. Lo vedo molto tranquillo, è così che deve essere. Nella vita come nel calcio le variabili sono molto veloci, è un ragazzo che dall’inizio ha avuto la predisposizione di migliorarsi e mettersi a disposizione della squadra e a questo livello sta crescendo, maturando sempre di più. Le prestazioni poi portano a parlare di lui e degli interessi di altre società, sono contento perché questo vuol dire che stiamo facendo un bel lavoro. L’intervista ‘non autorizzata’? Per me l’importante sono i contenuti delle interviste e delle parole, ho tante richieste e non ho mai rifiutato nulla. E’ solo una questione di pianificazione per farle tutte.

KALINIC-BABACAR –  E’ possibile vederli insieme, è una possibilità. Abbiamo avuto due giorni in più per lavorare sulla tattica, e abbiamo provato qualche variante. Il mercato? La società sa benissimo qual è il mio pensiero, lavoreremo con serenità per aiutarci a continuare a competere a questi livelli”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com