Home Archivio articoli Esclusiva – Cristiano Ronaldo: suggestione Cina?

Esclusiva – Cristiano Ronaldo: suggestione Cina?

CONDIVIDI
©Getty Images
©Getty Images

Cristiano Ronaldo e il Real Madrid sono ai ferri corti. Da settimane le più svariate fonti confermano il divorzio tra il campione portoghese e le Merengues al termine della stagione in corso. Giunti a questo punto non resta che ipotizzare in quale squadra possa approdare CR7: c’è chi parla del Psg, chi del Manchester City e chi, ancora, del Manchester United. D’altronde, escludendo il Barcellona per ovvi motivi calcistici, e il Bayern Monaco, che mai si è fatto avanti per Cristiano Ronaldo, non restano che poche società in grado di sborsare l’enorme quantità di denaro richiesta per accaparrarsi il talento del giocatore più mediatico del mondo. Tutte squadre europee: o forse no.

L’AMBIZIONE CINESE – Oltre i confini dell’Europa ci sono continenti in cui il football sta cercando gradualmente di imporsi come fenomeno nazionale: è il caso degli USA, dei paesi arabi e, ultima in ordine di apparizione, la Cina. Nella terra del Dragone Rosso troviamo una società che in breve tempo sta ergendosi a fenomeno internazionale grazie a un mix di comunicazione e gestione stile Real Madrid. Stiamo parlando del Guangzhou Evergrande, club portato alla cronaca da Marcello Lippi e Fabio Cannavaro, ex allenatori della squadra dagli occhi a mandorla. La bacheca si sta riempiendo: oltre ai trofei Nazionali (Chinese Super League, Coppa e Supercoppa della Cina) spiccano anche due Champions asiatiche, l’ultima ottenuta poche settimane fa. Ma non basta perché il Guangzhou sembra voler andare oltre.

SOLO UNA SUGGESTIONE? – Questa mattina il profilo ufficiale del Guangzhou ha postato su Facebook un suggestivo fotomontaggio in cui si vede un atleta dalla faccia oscurata con la divisa del club. Sopra l’immagine si legge una scritta: ‘Chi sarà il prossimo? Siate pazienti‘. Non ci vuole molto per decifrare l’enigmatico personaggio: si tratta di Cristiano Ronaldo. Cosa avrà mai voluto dire con questo messaggio la società cinese?

FullSizeRender

IPOTESI REALE O FANTASCIENZA? – Cristiano Ronaldo sarà il prossimo colpo di calciomercato del Guangzhou? Difficile dirlo anche perché ad oggi non esistono certezze in merito o contatti presunti tra le parti. Ci sono però delle prove raccolte dalla redazione di Calciomercatonews.com che potrebbero dar credito all’eventuale quanto incredibile trasferimento del portoghese in Asia. Prima di tutto il Guangzhou è un club la cui proprietà può contare su uno straordinario patrimonio economico. La società è posseduta da Evergrande Real Estate Group e da Alibaba Group: due colossi in grado di pompare fondi a sufficienza nel mercato del Guangzhou per competere con le più ricche compagini mondiali. Qualche esempio? Basti pensare allo stratosferico contratto che la società offrì a Lippi (10 milioni di euro a stagione) o ai recenti colpi di calciomercato che portano la firma di Paulinho (circa 15 milioni di euro al Tottenham) e al tecnico Luiz Felipe Scolari. E qui arriviamo al secondo indizio. Big Phil è stato allenatore del Portogallo nonché uno dei tecnici più apprezzati da Cristiano Ronaldo; il giocatore ha affermato in più interviste di considerare l’ex Ct come una sorta di figura paterna.

AVVENTURA MILIONARIA? – A 30 anni ormai compiuti Cristiano Ronaldo si trova all’apice della sua carriera, in Europa ha vinto tutto e probabilmente continuerà a farlo finché il suo possente fisico resisterà al passare del tempo. Le nozze con il Real Madrid sembrano però ormai giunte al capolinea e Ronaldo starebbe già pensando alla sua prossima squadra. Un ritorno allo United? Un approdo alla corte degli sceicchi al Psg o al City? Oppure un’avventura in oriente, al Guangzhou dove pure i soldi non mancherebbero di certo? La Cina sta investendo molto sul calcio e CR7 potrebbe essere il brand perfetto per il manifesto sportivo del paese, la locomotiva che guiderebbe la Nazione asiatica nell’élite del football mondiale. La suggestione c’è, le ambizioni del Guangzhou anche. Tutto possibile dunque? Probabile, a meno che il messaggio lanciato dal club cinese sia da tradurre in una semplice provocazione.

La redazione di Calciomercatonews.com