Roma-Real Madrid, Spalletti e Manolas: ‘Abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno’

CONDIVIDI

spallettiVigilia di Champions League per la Roma che, domani sera, allo stadio Olimpico, affronterà il Real Madrid di Zinedine Zidane. In conferenza stampa hanno parlato Manolas e Spalletti.

Comincia il difensore greco: “Sappiamo che il Real Madrid è una squadra forte, dobbiamo rimanere concentrati e dobbiamo essere al 120%. Sono forti, ma non abbiamo paura di nessuno”.

“La scelta della difesa a tra o a quattro tocca al mister, noi rimaniamo a disposizione per fare un buon risultato”.

“Io soto bene. Quando giochi col Real Madrid sei motivato perché sono tra i migliori al mondo. Dobbiamo avere giusta mentalità e dimostrare di essere alla loro pari”.

SPALLETTI –  “De Rossi ieri si è allenato bene e mi aspetto che oggi sviluppi tutto l’allenamento agli stessi ritmi e poi sarà convocato”.

“Dobbiamo usare calciatori che sono forti, ma anche che formano una squadra forte. Io queste possbilità le ho entrambe. Posso giocare sia con attacco più mobile che più fisico, mi prendo queste ultime ore per decidere”.

“Non ci sono favoriti, noi abbiamo il 50% delle possibilità di passare il turno. Ora stiamo lavorando e abbiamo imboccato una strada per cercare di esaltare questo gruppo. Questa col Real è la partita più adatta per vedere se siamo sulla strada giusta; sono molto fiduciosi. Siamo in continua crescita”.

“Tutti i calciatori che ho a disposizione sono tutti importnati e serviranno tutti. Il Real Madrid poco tempo fa ha vinto la Champions con Ancelotti e sono cambiati pochi giocatori, per questo servirà la disponibilità totale da parte dei miei ragazzi. Io metterò in campo il miglior undici per cercare di sfruttare quelle possibilità che abbiamo di passare il turno”.

“Ronaldo è uno dei più forti calciatori al mondo per quello che fa vedere in campo, può fare sempre la differenza perché è moderno ha forsa, fisicità, velocità e fa sempre gol. Non vado, però, a preparare una gabbia per lui; non dico ai miei calciatori che valgono un terzo di Ronaldo. Dirò a chi gioca nella sua zona che ha la possibilità di essere allo stesso livello del portoghese”.

“Il Real di adesso mi sembra una squadra che riparte meglio di quello di otto anni fa, prima ti avvolgeva col gioco e ti schiacciava nella tua metà campo. Ora ribaltano l’azione con una velocità impressionante”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com