Roma, Pjanic: ‘Sogno di vincere la Champions. Spalletti?…’

CONDIVIDI
Pjanic © Getty Images
Pjanic © Getty Images

Il giorno di Real Madrid-Roma è arrivato. A poche ore dal fischio d’inizio, Miralem Pjanic, l’uomo che dovrà guidare la manovra giallorossa, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Uefa.com’. Ecco le sue dichiarazioni:

SULLA CHAMPIONS LEAGUE – “Raggiungere gli ottavi di finale era sicuramente il nostro obiettivo dall’inizio. Il girone è stato molto equilibrato, sino all’ultima partita non si sapeva chi sarebbe passato, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Nel girone il Barcellona era ovviamente favorito, anche per aver vinto nella scorsa stagione, ma è stata dura anche contro il Bayer Leverkusen e il Bate Borisov. Contro i tedeschi siamo entrati male in partita, poi siamo riusciti a rimontare e nel finale loro ci hanno ripreso; è stata una partita un po’ pazza. Il passaggio del turno è arrivato col pareggio per 0-0 col Bate; è stata una partita complicata, la squadra non stava bene. Abbiamo chiuso sullo 0-0, aspettavamo quindi Leverkusen e Barcellona che hanno a loro volta pareggiato. Siamo passati, ma c’era molta tensione durante quella partita. La Champions League è una competizione bellissima per ciascun calciatore, io la vorrei giocare ogni anno. E’ molto importante per ognuno di noi, tutti sognano di vincerla: tutti ti guardano, è sempre una partita di alto livello. Una competizione molto bella, sperò che un giorno la vincerò”.

SU SPALLETTI – “Ogni allenatore porta i suoi metodi di lavoro. Dopo l’esonero di Rudi Garcia, la squadra si trova molto bene con Spalletti. Stiamo lavorando per raggiungere gli obiettivi della società e del nostro club, dei nostri tifosi e di noi stessi. Vogliamo semplicemente portare la nostra squadra il più in alto possibile. Abbiamo obiettivi altissimi e la nostra squadra li può raggiungere. Il campionato è ancora molto aperto, nella Champions League dobbiamo giocare il ritorno.

SU REAL MADRID/BARCELLONA – “Affrontare queste grandi squadre non è nulla di speciale, sono partite come le altre. Adesso arriviamo agli ottavi, vogliamo semplicemente passare. Abbiamo perso in casa 2-0, un risultato severo vista come è andata la partita. Sono queste le partite di alto livello che si giocano su pochi dettagli e noi li abbiamo sbagliati contro il Real, che te le fa pagare subito. E’ stato un peccato, ma la partita non è finita”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com