Roma-Inter, Mancini difende Eder: ‘Non capisco le critiche. Icardi? Da valutare’

CONDIVIDI
Mancini © Getty Images
Mancini © Getty Images

Alla vigilia di Roma-Inter, Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa difendendo anche i suoi uomini, in primis Eder. Ecco le dichiarazioni del tecnico nerazzurro:

“Icardi? Vediamo come sta e poi prendiamo una decisione. I ragazzi sanno tutti che è una partita importante. La Roma è partita per vincere il campionato noi no, sono rimasti indietro ma adesso si sono rialzati con molte vittorie di seguito. Non so se è decisiva, ma senza dubbio importante. Noi domani proveremo a vincere come del resto anche loro. Iniziare il prossimo campionato con il contratto in scadenza? No, non è un problema”.

SULLE ASSENZE – “Kondogbia? Lo valutiamo, ma ce la dovrebbe fare, vediamo se dal primo minuto. Brozovic? Mi ha detto che ha mal di testa, io gli ho risposto che è fortunato ad averla ancora… (scherza, ndr). Biabiany? Può fare male a gara in corso”.

SU EDER – “Ha sempre giocato bene lavorando molto per la squadra. Davvero non capisco le critiche, è vero che lo abbiamo preso per fare gol, ma sono sicuro che inizierà a farli, magari da domani”.

SU PERISIC – “Doveva conoscere il campionato italiano, come anche grandi campioni del passato. Secondo me può ancora migliorare molto, ma sta facendo tutto quello che gli abbiamo chiesto dall’inizio”.

SU TOTTI – “Non credo che Francesco abbia bisogno dei miei consigli e poi io a 40 anni facevo già l’allenatore. In tanti ne hanno parlato, ma io non so cosa pensa lui e cosa pensa la Roma”.

SU LJAJIC – “Cosa possiamo dire? Abbiamo detto tanto di lui! Domani o farà una gran partita oppure ne farà una di ‘emme’! Da ex ci tieni molto, poi si vedrà…”.

SULLA NAZIONALE – “Io non lo so, chiedete a Tavecchio”.

SU DZEKO – “Vale lo stesso discorso di Perisic. Arrivano da campionato meno tattici e con marcature meno asfissianti rispetto a quelle che abbiamo qua. Penso possa fare bene dopo questo primo anno”.

SULLA CHAMPIONS – “In caso di sconfitta diventerebbe molto difficile, ma 24 punti a disposizione rimangono comunque ancora tanti anche dopo questa gara. L’ideale ovviamente sarebbe vincere. Ranking? Sono momenti, in altri anni abbiamo dominato, ci vorrà un po’ per recuperare. Superlega? Un discorso difficile da fare adesso, non so cosa possa accadere”.

Stella Dibenedetto – www.calciomercatonews.com