Home Serie A: Tutte le News del Campionato di Calcio 2018-19 Juventus, gli stipendi dei dirigenti: Marotta saluta con 5,6 milioni incassati

Juventus, gli stipendi dei dirigenti: Marotta saluta con 5,6 milioni incassati

CONDIVIDI
Beppe Marotta (Getty Images)

‘Tuttosport’ ha reso noti gli stipendi dei dirigenti della Juventus: super bonus per Marotta, che saluta con 5,6 milioni di euro incassati nella sola ultima stagione.

Con la relazione annuale presentata agli azionisti in vista della chiusura del bilancio 2017/2018, la Juventus ha anche ufficializzato le cifre riguardanti gli stipendi dei propri dirigenti. Spicca su tutti quello di Beppe Marotta: nonostante l’amarezza per l’inaspettato addio, il dirigente saluterà con il portafogli pieno. Il suo stipendio per la stagione chiusa lo scorso 30 giugno 2018, infatti, è di ben 5,6 milioni di euro lordi, un ingaggio da vero e proprio top player. Sono queste le cifre rese note da ‘Tuttosport’.

Juventus, super bonus per l’ad uscente Beppe Marotta

L’ormai ex amministratore delegato del club bianconero potrà beneficiare di un super premio legato ai risultati ottenuti nell’ultimo triennio. Dei 5,6 milioni annuali, 3 rappresentano infatti un bonus riservato solo a lui. Lo stipendio di Marotta sarà dunque diviso in una stipendio base, composto da 1,5 milioni per il ruolo di ad, un bonus variabile di 500mila euro legato al raggiungimento di determinati obiettivi indicati a inizio esercizio, 100mila euro per la vittoria dello scudetto e 502mila euro per il ruolo di direttore generale, più il bonus appena descritto.

Juventus, gli stipendi dei dirigenti che rimarranno in carica

Andrea Agnelli (Getty Images)

Un consistente bonus sarà incassato anche dall’altro amministratore delegato uscente Aldo Mazzia che, oltre ai 400mila euro di stipendio, percepirà 1,8 milioni di bonus triennale. Più contenuti, invece, i compensi dei dirigenti che rimarranno ancora in carica: lo stipendio del presidente Andrea Agnelli è di 450mila euro lordi, cifra simile a quella percepita dal vicepresidente Pavel Nedved, 400mila euro.

Enrico Pecci