Home Calciomercato Calciomercato Napoli: News di calcio mercato LIVE Calciomercato, come cambia il Chievo con l’arrivo di Ventura: cercasi esterni

Calciomercato, come cambia il Chievo con l’arrivo di Ventura: cercasi esterni

CONDIVIDI
Ventura
Gian Piero Ventura (Getty Images)

Chievo alla ricerca di esterni d’attacco dopo l’arrivo in panchina di Gian Piero Ventura. Ounas e Younes del Napoli i nomi caldi

L’arrivo in panchina di Gian Piero Ventura potrebbe stravolgere l’attuale Chievo lasciato in eredità da D’Anna. Con ogni probabilità, il neo allenatore dei clivensi, da sempre fedele all’ormai noto 4-2-4, cambierà radicalmente il volto della propria squadra. Per fare ciò l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana avrebbe però bisogno di esterni offensivi. Al momento, l’unico giocatore che nella rosa gialloblu può ricoprire questo ruolo è Emanuele Giaccherini. Il giovane Leris, o Birsa, sarebbero infatti adattati in una posizione non di loro competenza. Complice anche la difficile situazione in classifica, la dirigenza potrebbe dunque tornare sul mercato alla ricerca di laterali e bussare ancora una volta alla porta del Napoli.

Calciomercato Chievo, ipotesi Ounas e Younes: nuovi affari in vista con il Napoli

Adam Ounas (Getty Images)

I recenti affari di Giaccherini e Inglese hanno rafforzato i rapporti tra Chievo e Napoli. I due club potrebbero dunque tornare a parlare in vista della prossima sessione invernale. Carlo Ancelotti dispone infatti di una lunga batteria di laterali, alcuni dei quali potrebbero fare al caso di Ventura: Ounas, ad esempio, rappresenta il profilo ideale per il club gialloblu. A Verona, l’esterno algerino troverebbe un posto da titolare e quella continuità che non ha mai avuto in azzurro. L’altro nome sul taccuino della dirigenza clivense è quello di Amin Younes. Il tedesco sta rientrando dall’infortunio al tendine d’Achille e, come nel caso di Ounas, troverebbe sicuramente maggiore spazio nella squadra di Ventura. Il Napoli, dal canto suo, potrebbe anche accettare tali soluzioni per far crescere in prestito i propri giovani.

Enrico Pecci