Home Ultim'ora PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-GENOA

CONDIVIDI

I voti della sfida di “San Siro”: vittoria in extremis per i rossoneri

PAGELLE TABELLINO MILAN GENOA / Una vittoria ottenuta al 91′ consente al Milan di agguantare il quarto posto in concomitanza con la Lazio. Fatica extra per i rossoneri contro un Genoa che conduce una partita ordinata ma deve capitolare negli ultimi minuti. Juric può essere comunque soddisfatto dei suoi ragazzi.

MILAN

Donnarumma 6 – Una parata fondamentale su Lazovic che pesa come un macigno sul risultato finale. Eppure, per l’ennesima volta, il tabù porta inviolata non viene sfatato.

Musacchio 6 – L’argentino si limita al compitino senza mai strafare, Gattuso può comunque essere soddisfatto di lui, che non sta affatto facendo pesare l’assenza di Caldara.

Romagnoli 6,5 – Il capitano dei rossoneri svolge una partita attenta e ordinata. Sfortunatissimo in occasione del pareggio del Genoa, ottenuto “grazie” ad una sua deviazione, il classe ’95 si rifà con il gol del definitivo 2-1, che riaccende l’entusiasmo dei tifosi e forse anche l’intera stagione.

Rodriguez 6 – Il terzino svizzero continua il suo processo di crescita con un’altra prestazione discreta. Tante cavalcate dalle parti di Radu, ancora troppa imprecisione nel tiro.

Laxalt 5,5 – Gattuso lo lancia nuovamente tra i titolari, l’uruguayano dimostra di metterci grinta, ma non punge mai più del dovuto. Dal 63′ Abate 5,5 – Il vice capitano del Milan entra a mezz’ora dalla fine. Solita corsa e sacrificio per lui, su cui però pesa un cross completamente sbagliato nei minuti finali che fa arrabbiare il pubblico di San Siro.

Bakayoko 5 – Il centrocampista aveva iniziato bene, nel suo ruolo di vice-Biglia. Col passare del tempo però l’ex Chelsea compie molti errori banali ed è impreciso nei tiri. Sarà dura per lui evitare nuovi fischi da parte dei suoi tifosi.

Kessiè 5,5 – L’ivoriano non è in condizione e questo lo si vede da almeno due partite. Solita sostanza in mezzo al campo, ma manca quel guizzo in più che lo aveva contraddistinto nelle prime giornate. Una giornata di riposo non può che fargli bene.

Suso 6,5 – Il gol dopo 4 minuti è l’ennesima perla dello spagnolo, che sembra finalmente aver ritrovato il feeling con la porta avversaria. Oltre a questo, l’ex della partita semina il panico nella difesa rossoblu con la sua imprevedibilità. Imprescindibile.

Calhanoglu 5,5 – Come Kessiè, il turco deve ritrovare la sua condizione. Ancora a secco in questa stagione, il classe ’94 appare svogliato e senza inventiva. Dall’83’ Castillejo s.v.

Cutrone 5,5 – Un passo indietro per lui dopo le ultime prestazioni super. Alcuni palloni persi per lui ma solita grinta messa in campo dal gioiellino rossonero.

Higuain 6 – Il bomber del Milan quest’oggi è stato servito poco e male dai suoi compagni, ma nelle due volte in cui è stato chiamato in causa, ha impegnato non poco il portiere Radu. Solito lavoro sporco al servizio della squadra.

All. Gattuso 6 – L’allenatore dei rossoneri scaccia via la crisi e le voci riguardanti un suo esonero con una vittoria in extremis. Buono l’esperimento della difesa a 3, sul risultato finale molto è dipeso dalla fortuna.

GENOA

Radu 6 – Il voto è la media tra l’8 e il 4. Il primo voto è meritato, per le grandissime e provvidenziali parate su Kessiè, due volte su Higuain e infine su Suso. Ma nel finale compie un errore in uscita imperdonabile su cui Romagnoli è freddo nel concludere a rete. E’ ancora giovane, si rifarà.

Biraschi 6,5 – Prestazione molto positiva del terzino genoano. L’ex Avellino dimostra molta sicurezza nei suoi mezzi e fa sempre la scelta giusta. Anche Mancini potrebbe pensare a lui in vista dei prossimi impegni della Nazionale.

Gunter 6 – Il difensore centrale svolge una buona partita. Un po’ macchinoso nei contrasti, riesce comunque a limitare Higuain e Cutrone.

Criscito 6,5 – Partita ordinata dell’ex Zenit. L’esperto difensore è sempre puntuale negli interventi, annulla Cutrone e motiva in continuazione la sua squadra.

Zukanovic 6 – Lanciato da titolare un po’ a sorpresa, il laterale bosniaco offre una prestazione normale, senza lode nè infamia.

Romulo 6,5 – L’oriundo del Genoa è una trottola impazzita in mezzo al campo. Molte sono le iniziative guidate dal centrocampista, uno dei più pericolosi e positivi dei suoi. Dal 63′ Veloso 5,5 – Non giocava da tantissimo tempo, appare in ritardo di condizione, ma ha tutto il tempo per tornare ai suoi livelli.

Mazzitelli 5,5 – Alcuni fraseggi in mezzo al campo per il giovane centrocampista che però non lascia un segno indelebile all’interno della partita. Dal 78′ Omeonga s.v.

Lazovic 5,5 – Il serbo è molto più vivace del compagno di reparto Zukanovic, ma spesso fa la scelta sbagliata al limite dell’area. Forse poteva fare di più sull’occasione capitatagli negli ultimi minuti.

Bessa 5 – Non tiene fede alle sue ultime prestazioni. Si muove molto ma non si rende mai pericoloso dalle parti di Donnarumma. Rimandato.

Kouamè 6,5 – Ottima prova per l’ivoriano, che si rende spesso pericoloso nell’area dei rossoneri. Spunti, finte, buona velocità e grinta sono il biglietto da visita dell’attaccante che propizia l’autogol di Romagnoli. Da tenere d’occhio.

Piatek 4,5 – Lento e impacciato, il Piatek visto oggi è solo un lontano parente di quello ammirato nelle prime giornate. Mai un guizzo o uno spunto, il polacco non si rende mai pericoloso. E adesso il digiuno dal gol inizia a diventare un problema. Dall’85’ Pandev s.v.

All. Juric 6 – L’allenatore del Genoa può essere contento dei suoi ragazzi, che per una manciata di secondi non sono riusciti a strappare un punto da San Siro. Squadra ordinata e ben messa in campo, buoni propositi per le prossime partite.

Milan-Genoa pagelle
Milan-Genoa (Getty Images)

TABELLINO

MILAN-GENOA

MILAN (3-4-1-2): G. Donnarumma; Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Laxalt (63’Abate), Bakayoko, Kessiè, Suso; Calhanoglu (83′ Castillejo); Cutrone, Higuain.

A disp. Reina, A. Donnarumma, Simic, Zapata, Conti, Bellanova, Bertolacci, Halilovic, Mauri, Borini.

All. Gattuso

GENOA (3-4-1-2): Radu; Biraschi, Gunter, Criscito; Zukanovic, Romulo (67′ Veloso), Mazzitelli (78′ Omeonga), Lazovic; Bessa; Kouamè, Piatek (85′ Pandev).

A disp. Vodisek, Russo, Dalmonte, Lopez, Medeiros, Pereira, Rolon, Hiljemark, Lapadula.

All. Juric

MARCATORI: 4′ Suso (M), 56′ aut. Romagnoli (G), 90’+1′ Romagnoli (M)

AMMONITI: Criscito, Veloso (G), Kessiè, Rodriguez (M)

ESPULSI: –

ARBITRO: Pasqua di Nocera Inferiore

 

Guglielmo Gatto