Home Mercato Calciomercato Roma, da Herrera a Mancini: le trattative per gennaio

Calciomercato Roma, da Herrera a Mancini: le trattative per gennaio

CONDIVIDI
Calciomercato Roma Herrera Porto scadenza contratto 2019 parametro zero Real Madrid Inter Arsenal
Hector Herrera @ Getty Images

La Roma è al lavoro per rinforzare la rosa di Eusebio Di Francesco. Tanti i nomi sul taccuino del ds Monchi, pronto a piazzare il colpo da novanta a gennaio.

Anno nuovo, acquisti nuovi per la Roma. Il ds Monchi ha svelato nell’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport di aver sbagliato qualcosa in passato e così il direttore spagnolo del club giallorosso è pronto a sferrare l’attacco vincente per gennaio. La priorità è a centrocampo con tanti nomi sul taccuino di Monchi: da Weigl a Pulgar passando per la vecchia conoscenza del Porto Hector Herrera. In uscita ci sarà il giovane croato Ante Coric, che è stato impiegato dall’allenatore della Roma soltanto per pochi minuti in Serie A. Piace molto Julian Weigl del Borussia Dortmund, che sta trovando poco spazio con il neo-allenatore dei gialloneri Lucien Favre. La Roma avrebbe richiesto un prestito fino al termine di questa stagione. Il messicano Herrera, invece, è da sempre un pupillo della società capitolina: difficile che lasci il Porto a gennaio visto anche l’impegno in Champions proprio contro la Roma. In scadenza di contratto con i lusitani, Herrera potrebbe essere il colpo di mercato per giugno. Infine, l’occasione di gennaio potrebbe essere a sorpresa quella del cileno Erick Pulgar del Bologna, che conosce molto bene il campionato italiano. Per la difesa il nome accostato con più insistenza negli ultimi giorni è quello del giovane centrale dell’Atalanta, Gianluca Mancini, che ha messo già a segno ben quattro reti nel girone d’andata.

Calciomercato Roma, il metodo Monchi

Ai microfoni di Sky Sport il ds Monchi ha svelato il suo metodo che metterà in pratica anche a gennaio: “Quando arriva il mercato, d’estate o d’inverno, il mondo gira intorno ai direttori sportivi. Tutti aspettano che prenda tre o quattro giocatori e che diventeranno calciatori importanti. Invece per me, normalmente, il mercato di gennaio non cambia tanto una squadra, è solo per cambiare delle piccole cose. Se bisogna fare 4 o 5 acquisti, vuol dire che qualcosa si è sbagliato nel mercato estivo. Noi facciamo una prima parte dell’anno in cui raccogliamo una visione generale, poi cominciamo a segnalare il giocatore. Ma lo vediamo tante volte tra le 6 e le 12 volte”.