Home Mercato Calciomercato Milan, da Higuain a Caldara: tutti i flop di Leonardo

Calciomercato Milan, da Higuain a Caldara: tutti i flop di Leonardo

CONDIVIDI

Calciomercato Milan, da Higuain a Caldara: tutti i flop di Leonardo

Leonardo
Leonardo (Getty Images)

Il dirigente rossonero è stato protagonista di numerosi acquisti estivi, rivelatisi veri e propri flop di mercato

Il Milan di Gattuso continua a faticare a trovare la giusta identità. Anche ieri sera, i rossoneri sono riusciti a superare la Sampdoria in Coppa Italia solo durante i tempi supplementari e grazie ai due conigli dal cilindro sfoderati da Cutrone. È chiaro che ciò che sta mancando quest’anno alla squadra deriva in parte anche dalla grande quantità di infortuni, non supportati da ricambi all’altezza.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Per quanto riguarda il mercato estivo rossonero, diverse operazioni messe in piedi da Leonardo non hanno portato i frutti sperati. Il primo a non aver reso finora secondo le aspettative è Gonzalo Higuain. Dopo aver siglato 5 gol nelle prime 10 giornate, il Pipita è caduto in un vortice di astinenza dal gol, terminato alla diciannovesima giornata contro la SPAL. Il rigore sbagliato contro la Juventus e le lusinghe del Chelsea sembrano essere i motivi principali di questo calo di rendimento dell’argentino.

Calciomercato Milan, non solo Higuain: anche Laxalt e Castillejo tra i flop di Leonardo

Anche le operazioni di mercato messe in piedi da Leonardo sugli esterni si stanno rivelando veri e propri flop. Sia Castillejo che Laxalt, arrivati in estate per dare un cambio di passo sulle fasce non stanno disputando una buona stagione. Il primo non ha ancora messo in mostra le qualità evidenziate al Villarreal, mentre il secondo sta faticando a trovare le giuste dimensioni nello scacchiere di Gattuso.

Lo stesso discorso riguarda la mossa Caldara, rivelatasi finora fallimentare per il club rossonero. L’ex Atalanta è approdato a Milano all’interno dello scambio con Bonucci messo in piedi con la Juventus. Le qualità del centrale però non sono mai state sfruttate a Milanello, dal momento che il classe ’94 ha disputato una sola partita con i rossoneri, a causa dei numerosi infortuni che lo hanno falcidiato.

Da non bocciare compleamente è stato l’approdo di Bakayoko. Dopo un inizio poco entusiasmante, l’ex Chelsea ha alzato il valore delle proprie prestazioni, divenendo progressivamente uno dei perni del centrocampo del tecnico calabrese. È comunque difficile che il club rossonero versi i 35 milioni di euro ai Blues per il riscatto.