Home Mercato Inter Calciomercato, Dzeko, Higuain e Icardi: tre centravanti separati in casa

Calciomercato, Dzeko, Higuain e Icardi: tre centravanti separati in casa

CONDIVIDI

Edin Dzeko, Gonzalo Higuain e Mauro Icardi: i tre attaccanti sono in ritiro rispettivamente con Roma, Juventus e Inter, ma destinati all’addio

Dzeko Higuain Icardi
Higuain, Sarri (Getty Images)

Dopo un quadriennio condito da 62 gol, Dzeko sembra pronto a lasciare la Roma. Richiesto da Conte, l’attaccante ha un accordo con l’Inter e ha già comunicato al ds  Petrachi la sua volontà di cambiare aria. La distanza tra domanda e offerta pare si sia ridotta, con i nerazzurri disposti a sborsare 12 milioni di euro per il bosniaco. Il centravanti ormai è mentalmente separato dai giallorossi e la foto postata nei giorni insieme a Ivan Perisic è il segnale chiaro che lui ormai si sente nerazzurro.

L’ipotetico addio di Dzeko aprirebbe le porte di Trigoria a Higuain, che nella Roma potrebbe rilanciarsi. Sono passati solo tre anni da quando, con 36 reti, stabilì il record assoluto di gol in Serie A. Erano i tempi del Napoli, allenatore Sarri. Dopo i sei mesi certamente non positivi al Chelsea, i due sono di nuovo insieme, ma il neo tecnico della Juventus ha fatto capire che non rientra nei suoi piani. Affinché l’affare con il club di Pallotta si chiuda, i bianconeri devono però contribuire con una buonuscita. Oggi, primo giorno di ritiro, il Pipita è stato accolto con entusiasmo dai tifosi della Vecchia Signora. Il suo destino però è segnato, salvo clamorosi colpi di scena. Nella possibile trattativa per portarlo nella Capitale, potrebbe rientraci Zaniolo. Sviluppi sono attesi in tempi brevi.

Calciomercato Inter, l’addio di Icardi legato alle partenze di Dzeko e Higuain

Per tutte le ultime notizie sul mercato della Juventus CLICCA QUI!

Icardi è l’altro centravanti di prestigio in procinto di divorziare dal suo club, l’avventura con l’Inter si fermerà a 6 anni e 111 reti. L’ad Marotta ha già dichiarato pubblicamente che non rientra nei piani societari, come del resto Nainggolan. In realtà lo stesso Conte non vuole in rosa elementi che possano turbare la sacralità dello spogliatoio. Nel ritiro di Lugano i due sono ai margini, esclusi da tattica e amichevoli. È noto che sull’argentino c’è la Juventus, pronta a sferrare l’attacco decisivo una volta partito Higuain. Icardi è un vecchio pallino di Sarri, lo voleva già al Napoli. E i partenopei si sono inseriti nella corsa a Maurito. Staremo a vedere.

Q.G.