Milan, che fine ha fatto Biglia? L’argentino può andar via a zero: la situazione

Milan, che fine ha fatto Lucas Biglia? L’argentino arrivò due anni fa da protagonista, ma adesso versa nell’anonimato. Può andar via a zero, la situazione

Milan Biglia Kessie
Biglia © Getty Images

E a pensare che nell’estate del 2017 arrivò come uno dei pilastri del nuovo Milan di Montella. E invece, la parabola in rossonero di Lucas Biglia è apparsa più come una caduta libera. Un affare da 20 milioni di euro, ormai completamente deprezzatosi, tra carta di identità, prestazioni opache e una serie ininterrotta di infortuni che ne hanno frenato l’avventura a Milano. E adesso? Dopo sole 56 presenze in rossonero, il regista argentino sembra cristallizzatosi all’interno di una situazione senza via d’uscita, se non quella della cessione. Al Milan non sembra esserci più spazio per lui, con la dirigenza lombarda che aveva provato a piazzarlo già nel corso dell’ultima sessione di calciomercato. E in più, l’ormai fitta concorrenza presente nella mediana rossonera, ha chiuso le porte ad un eventuale terza occasione per far ricredere società e ambiente.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Milan, rebus Biglia: l’argentino è in uscita, può andar via a zero

Bennacer, Calhanoglu, Bonaventura, Kessie, Paqueta, Krunic: tra mezze ali e registi, Biglia sembra ormai destinato a recitare un semplice ruolo da comparsa anche per questa stagione. Eppure, se la cattiva notizia per l’argentino è quella di non poter rientrare nei piani tecnici di Giampaolo e del nuovo Milan targato Boban-Maldini, la buona notizia è quella di non avere ancora un contratto molto lungo da dover onorare. Salvo eventuali colpi di scena, con relativi rinnovi, la sua scadenza è fissata nel 2020. E in caso di mancato prolungamento con i rossoneri, l’ex Lazio sarà libero di potersi accordare con eventuali squadre interessate a partire da gennaio. E dopo essere valso un investimento da oltre venti milioni di euro, Biglia lascerebbe il Milan a parametro zero, beffando ulteriormente i rossoneri. E il loro bilancio.

A.M.