Home Mercato Inter Inter, il retroscena Conte: quella offerta del Napoli…

Inter, il retroscena Conte: quella offerta del Napoli…

CONDIVIDI

L’Inter ha cambiato allenatore la scorsa estate, ingaggiando Conte. Anche il Napoli ha tentato il tecnico: De Laurentiis spiega il retroscena

Inter Conte napoli
Antonio Conte (Getty Images)

L’Inter è a punteggio pieno dopo due giornate e si gode il primato in classifica a parimerito con la Juventus. Proprio i bianconeri sono la squadra da battere e l’ex Antonio Conte lo sa benissimo. Il tecnico leccese è stato chiamato sulla panchina nerazzurra al posto di Spalletti e su di lui i tifosi interisti ripongono moltissima fiducia per tornare nei piani alti della classifica, anche alla luce dell’ultimo calciomercato.

Inter, retroscena Conte: anche il Napoli sul tecnico pugliese

Dopo la fine dell’avventura con il Chelsea, l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana è rimasto per qualche tempo senza squadra, aspettando la giusta occasione per tornare su una panchina ambiziosa. Il club milanese è risultata essere la soluzione giusta, una piazza vogliosa di rivincita dopo anni di insuccessi e con un buon progetto tecnico ed economico. Con buona pace di chi invece ha sempre visto Conte come simbolo juventino. Ma sull’allenatore pugliese c’è stato un forte interesse da parte anche di altre società.

Per tutte le notizie di mercato CLICCA QUI!

Tra queste c’è anche il Napoli, che secondo quanto dichiarato dal presidente Aurelio De Laurentiis al ‘Corriere dello Sport’, è stato interessato al tecnico in passato. “Con lui ho un ottimo rapporto. Ci siamo frequentati nuotando nel mare delle Maldive dove ho conosciuto anche la sua straordinaria famiglia“.
Il numero uno partenopeo svela il curioso retroscena:”Molto prima dell’avvento di Ancelotti, quando Conte stava a Londra, l’ho tempestato di domande per proporgli di venire al Napoli. Lui mi rispondeva che il contratto che aveva in essere con il Chelsea gli impediva di parlare con terzi. Credo fosse vero perché poi ha impiegato un anno per poter venire ad allenare in Italia”.

M. E.