Inter-Juventus, Marotta affronta i suoi vecchi colpi di mercato

Inter-Juventus, quanti ex in questo Derby d’Italia, con Marotta e Conte che affronteranno il proprio passato. Per il DS nerazzurro sarà strano incrociare i suoi vecchi colpi di mercato

Calciomercato Inter Lukaku
Beppe Marotta, direttore sportivo dell’Inter (Getty Images)

Una vita in bianconero, qualcosa che non puoi dimenticare facilmente. Lo sanno benissimo Antonio Conte Beppe Marotta, strani ex in questo Derby d’Italia che si preannuncia ricco di colpi di scena. D’altronde, la Juventus che sta dominando da anni il palcoscenico nazionale è la stessa squadra costruita in primis dall’attuale direttore sportivo dell’Inter, che stasera in campo ritroverà tanti vecchi pupilli e intuizioni di calciomercato dei suoi anni ruggenti in bianco e nero. Calciatori che Marotta ha portato a Torino e che hanno fatto e stanno facendo grande la Vecchia Signora. Calciatori che domani sera ritroveranno il proprio padrino in veste di avversario, alla guida della principale rivale in chiave Scudetto.

Per tutte le ultime notizie di calciomercato CLICCA QUI!

Inter-Juventus, da Higuain a Bonucci: quanti colpi per l’ex Marotta

D’altronde, quasi la totalità dell’undici titolare che domani sera affronterà l’Inter a San Siro è stata portata a Torino da Marotta. Da Szczęsny Higuain, passando per Bonucci, Matuidi, Pjanic, Cuadrado, Alex Sandro, Khedira Pjanic. Tutti calciatori che l’ex direttore generale della Juventus ha reso bianconeri, sia sborsando cifre astronomiche, che strappandoli a parametro zero. E’ chiaro, le intuizioni di mercato di Marotta sono state tante, come Khedira e Matuidi, entrambi presi a costo zero e che hanno reso il centrocampo bianconero una diga. Oppure, l’operazione record di Gonzalo Higuain, costato 94 milioni di euro e che gelò un’intera città (quella napoletana) al momento della formalizzazione. O ancora, tornando ancor più indietro, il figliol prodigo Leonardo Bonucci, preso dal Bari nel lontano 2010. Insomma, saranno tanti i figliocci che il ds nerazzurro si troverà ad affrontare domani sera da nemico giurato.

A.M.