Milan, Piatek e l’aria di Marassi: il polacco vuole riprendersi contro il Genoa

Milan, Piatek ha fame di gol e vuole tornare ai fasti dello scorso anno. L’aria di Marassi potrebbe tornare a fargli bene, seppur da avversario

calciomercato milan piatek
Piatek (Getty Images)

Altro che meteora delle prime giornate: l’anno scorso Krzysztof Piatek ha dimostrato di cosa è capace, soprattutto quando c’è da metterla dentro. A Genova qualcuno storse il naso al suo arrivo, eppure ci mise pochissimo per far ricredere tutti. E dopo metà campionato, il suo cartellino era già schizzato alle stelle, con i maggiori club d’Italia ed Europa sulle sue tracce. Persino l’arrivo al Milan fu gestito benissimo dal polacco, che al suo esordio in Coppa Italia punì il Napoli di Ancelotti con una doppietta che fece esplodere San Siro. Dopo un solo anno italiano, Krzysztof Piatek ha messo a referto 30 gol in 42 presenze, tra Milan e Genoa e tra Serie A e Coppa Italia. Un bottino che spingeva a pensare in una grande stagione quest’anno, soprattutto con il neo-tecnico Marco Giampaolo. E invece, la musica è cambiata in negativo, purtroppo per il polacco e i rossoneri.

Per tutte le ultime notizie di calciomercato CLICCA QUI!

Genoa-Milan, l’aria di Marassi può ispirare ancora Piatek

Due reti in sei presenze, e un rendimento che lascia più di qualche dubbio sull’investimento fatto dal Milan durante lo scorso calciomercato invernale. Questo Krzysztof Piatek sarà anche troppo brutto per essere vero, ma intanto il polacco sta zoppicando, soprattutto nel nuovo sistema tattico concepito da Marco Giampaolo. L’ex Genoa fatica nel trovarsi con i compagni e nel procurarsi occasioni da rete limpide, e quando capitano non è sempre preciso. Piatek ha bisogno di riprendersi, ecco che allora l’aria di Marassi potrebbe tornare a fargli bene, seppur da avversario. Stasera, nella sfida contro il suo vecchio Genoa, l’attaccante rossonero proverà a rompere il tabù degli ultimi giorni e a tornare il cecchino dell’anno scorso. Se lo augura anche Marco Giampaolo, desideroso di non perdere già in autunno la propria panchina.

A.M.