Milan-Juventus, la ASL di Torino monitora la situazione | Gli scenari

Dopo la positività di Cuadrado e Alex Sandro, si teme per un focolaio all’interno del gruppo Juventus. Domani i tamponi decisivi in vista della sfida col Milan

La notizia della positività al Covid-19 di Alex Sandro e Cuadrado, ha turbato la vigilia di Milan-Juventus, il la super sfida in programma domani sera alle 20.45 allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ di Milano. Domani verranno effettuati ulteriori tamponi prima della partenza dei bianconeri di Pirlo per il capoluogo meneghino, ma, nel frattempo, l’ASL di Torino monitora attentamente la situazione. “Se dovessero esserci nuovi positivi e ci fosse l’evidenza di un focolaio non controllato all’interno della squadra, si creerebbe un problema di sicurezza anche per gli altri giocatori – le parole di Roberto Testi, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino, al ‘Corriere della Sera’ – La Asl sarebbe costretta a intervenire, isolando tutti e bloccando la partenza della Juventus per Milano“. Un caso che ricorda molto da vicino quello riguardante la partita, non disputata, tra Juventus e Napoli. Dunque, grande attesa per gli esami di domani: da quello dipenderà la disputa del big match della sedicesima giornata del campionato di Serie A.

Alessio Lento