ESCLUSIVO | Berti: “Inter, prendi De Paul. Milan e Juve? Speriamo fuori dalla Champions”

Due giorni dopo è ancora festa scudetto per l’Inter, Nicola Berti ci racconta chi potrebbe essere l’uomo per l’anno prossimo

Sono trascorse poco meno di 48 ore da quando la matematica ha regalato all’Inter il suo diciannovesimo scudetto. Il pareggio tra Atalanta e Sassuolo, però, ha solo anticipato una festa che sarebbe arrivata comunque la settimana prossima, perché i nerazzurri, quest’anno, hanno davvero dominato il campionato. Abbiamo fatto un bilancio della stagione con Nicola Berti: dieci anni trascorsi a Milano, un titolo di campione d’Italia appena è arrivato ad Appiano Gentile – era il 1989 -, e due Coppa Uefa, la prima nel ’91 e poi quella del ’94.

LEGGI ANCHE >>>> ESCLUSIVO | Inter, Boninsegna: “Scudetto vinto un mese fa, Lautaro e Lukaku i protagonisti”

Inter, senti Berti: “Per volare anche in Champions serve De Paul”

Inter scudetto Berti Barella de Vrij Lukaku Conte Juventus Milan Champions League
Barella © Getty Images

Centrocampista, vicecampione del mondo nel 1994 con la maglia azzurra, Berti ha le idee chiare su chi siano i protagonisti di questo successo dell’Inter: “Barella (ride, ndr), faccio tutto il contrario”, afferma in un primo momento, poi ci pensa: “Anche Lukaku, e chiaramente Conte. Poi mi è piaciuto tantissimo anche de Vrij in difesa, e non ne parla nessuno. Lui è stesso il vero leader”. Uno per reparto, insomma.

LEGGI ANCHE >>>> Calciomercato Juventus, ombra sul tecnico | Ritorno di fiamma più assalto al top!

La partita della svolta, invece, per l’ex calciatore è stata quella con la Juventus: “Il due a zero, con il gol di Vidal, l’unico che ha fatto con la maglia dell’Inter e l’ha fatto alla sua ex squadra (ride ancora, ndr)”, spiega. Ma non solo: “Anche con il Milan, al derby, quel tre a zero è stato decisivo perché c’è stato il sorpasso praticamente. Li abbiamo messo in braghe di tela, noi abbiamo preso la spinta e non ci siamo più fermati“. Il successo, però, è passato anche da un altro momento cruciale, e l’ex centrocampista non si nasconde: “L’eliminazione dalla Champions ha pagato per concentrarsi sul campionato – ammette -, io speravo di essere ancora lì, in semifinale, però sarà per l’anno prossimo. Quest’anno è andata bene così perché abbiamo vinto lo scudetto“.

LEGGI ANCHE >>>> Calciomercato Milan, clamoroso | Sarri più il bomber

Inter scudetto Berti Barella de Vrij Lukaku Conte Milan Juventus Champions League
De Paul © Getty images

Ma per la prossima stagione, per essere competitivi su più fronti, serve qualcun altro: “De Paul, senza ombra di dubbi, un uomo dietro le punte così forte ci serve. E anche un giovane, magari”, dichiara ancora Berti, che ci lascia con una battuta. “Io spero che né il Milan, né la Juventus si qualifichino alla prossima Champions League. Oltre all’Inter, ci devono essere Atalanta, Napoli e Lazio“, ride e conclude il vicecampione del mondo.