Calciomercato Juventus, occhi sul terzino: c’è anche il Milan

La Juventus di Massimiliano Allegri segue con attenzione il nome di Alfonso Pedraza, terzino sinistro del Villarreal, nel mirino anche del Milan: le ultime di calciomercato

Siamo arrivati al momento decisivo della stagione della Juventus di Massimiliano Allegri. I bianconeri, dopo il pareggio in casa contro il Torino di Ivan Juric, si trovano ad affrontare il Villarreal in occasione degli ottavi di finale di Champions League.

Juventus e Milan, occhi su Pedraza
Massimiliano Allegri © LaPresse

La Vecchia Signora cerca continuità dopo un inizio di stagione particolarmente complicato e, per trovare la giusta fiducia, è necessario anche fare dei buoni risultati in Europa, considerando anche che il club piemontese, nelle ultime due edizioni della Champions, è uscito sempre al primo round della fase finale contro due compagini sulla carta sfavorite: il Lione di Rudi Garcia e il Porto di Sergio Conceicao.

Rispetto alle precedenti tre stagioni, la Juventus non potrà contare su Cristiano Ronaldo, che nell’ultima estate di calciomercato è tornato al Manchester United, ma ha nel suo arco dalla finestra dei trasferimenti invernale Dusan Vlahovic. Il centravanti serbo, arrivato dalla Fiorentina di Vincenzo Italiano, fa il suo esordio nell’Europa che conta ed è pronto a stupire il mondo calcistico. Nel frattempo la Juventus è al lavoro in vista della prossima estate, in particolare sulla catena di sinistra, dove spunta il nome di un avversario proprio del Villarreal: stiamo parlando di Alfonso Pedraza.

Calciomercato Juventus, occhi su Pedraza

Alfonso Pedraza non è un titolarissimo della squadra allenata da Unai Emery, ma potrebbe essere un’occasione di mercato per la Juventus di Allegri. Il giocatore ha una valutazione di circa 15 milioni di euro ed un contratto con il sottomarino giallo fino al 2025. Su Pedraza però, attenzione anche al Milan di Stefano Pioli che, in vista della prossima stagione, è a caccia di una certezza sulla fascia sinistra che possa dare il cambio a Theo Hernandez senza far sentire troppo la sua assenza.