CMNEWS | Divorzio a fine stagione: anche la Juve è in corsa

La Juventus potrebbe effettuare un cambio importante nell’asset dirigenziale: anche il club bianconero su un profilo in Serie A

Ci sarà un mercato fervido anche sul fronte dei direttori sportivi la prossima estate. E se ne cominciano già ad avere i primi segnali dai sussurri di questi giorni. L’arrivo di Lee Congerton all’Atalanta spinge a pensare chiusa l’avventura di Giovanni Sartori a Bergamo da direttore dell’area tecnica. E il momento attuale lancia subito in orbita il navigato dirigente ex Chievo, che non dovrebbe rimanere a lungo a guardare, una volta che diventerà ufficiale il suo addio ao club dei Percassi.

Juventus Sartori Bologna Atalanta Giuntoli Napoli
Agnelli © LaPresse

Di queste ore l’accostamento alla Juventus, dove all’interno di un riassetto che non sarebbe affatto una bocciatura per Federico Cherubini, Sartori potrebbe entrare nello staff dirigenziale per aggiungere la sua esperienza e la sua competenza. Si tratta di un accostamento non nuovo, questo va detto. Mentre costruiva il Chievo dei miracoli Sartori venne già accostato alla società bianconera, stavolta – stando alle ultime informazioni raccolte da Calciomercatonews.com, c’è qualche elemento in più per pensare che la cosa possa trovare uno sbocco. Attenzione, però: Sartori non è l’unico candidato per la Juventus e la società bianconera non è l’unica opzione del dirigente ancora all’Atalanta.

La Juventus pensa a Sartori: altra pretendente in Serie A

Juventus Sartori Atalanta Bologna Giuntoli Napoli
Giovanni Sartori © LaPresse

Si è detto che c’è del movimento anche su Cristiano Giuntoli, che appare alla possibile conclusione del suo rapporto con il Napoli. C’è anche un ingaggio che pesa, in tal senso, ma Giuntoli sembrerebbe in questo momento un candidato credibile per lavorare al fianco di Max Allegri. Tenendo presente che sull’attuale ds del Napoli c’è la Lazio che a distanza monitora, in attesa di capire che strada prenderà il malcelato dualismo di pensiero tra Igli Tare e Maurizio Sarri. Lotito con De Laurentiis ha un rapporto molto solido, su quell’asse qualcosa potrebbe muoversi.

Tornando a Giovanni Sartori, attenzione anche alla rivoluzione che presto dovrebbe prendere piede a Bologna, dove da Mihajlovic, a Marco Di Vaio, a Riccardo Bigon (sussurri lo rispingerebbero verso Napoli) l’idea è che si cambi in blocco. A Saputo il profilo Sartori piace molto e anche su questo fronte qualcosa si è mosso. Come a Parma farebbero ponti d’oro per avere Sartori. In questo momento resta la soluzione più defilata.