Niente Salah, la Juventus ha scelto il dopo Dybala

La Juventus prepara il dopo Dybala, Salah è uno dei nomi più caldi del momento ma per i bianconeri c’è una alternativa pazzesca

La Juventus è già proiettata nel futuro, pur alle prese con un finale di stagione da provare a chiudere nel migliore dei modi. La sfida contro l’Inter dopo la pausa può dare un senso diverso alle ultime sette giornate di campionato e in caso di vittoria potrebbe riproporre davvero i bianconeri ancora in corsa per il titolo, sebbene con una rimonta difficile da attuare. E c’è ancora la coppa Italia, ulteriore occasione di impreziosire con un trofeo un’annata piuttosto complessa.

Niente Salah, la Juventus ha scelto il dopo Dybala
Mohamed Salah © LaPresse 

Molto cambierà comunque, nella rosa a disposizione di Allegri, a partire da giugno. La separazione da Paulo Dybala, sancita ad inizio settimana in maniera definitiva, assume i tratti del cambiamento epocale. Si conclude un’era per iniziarne un’altra, è aperta la caccia a chi, per caratteristiche tecniche e carismatiche, dovrà rimpiazzare l’addio del numero 10 argentino. Cherubini e Arrivabene sono già al lavoro su una lista di nomi, uno piuttosto caldo è quello di Mohammed Salah, per il quale i bianconeri avrebbero già preso informazioni. L’egiziano è in scadenza di contratto nel 2023 con il Liverpool. Ma dall’Inghilterra segnalano come, sul suo futuro, potrebbero esserci dei cambiamenti importanti.

Juventus, il dopo Dybala arriva sempre da Liverpool: ma è Sadio Manè

Niente Salah, la Juventus ha scelto il dopo Dybala
Sadio Manè © LaPresse

I ‘Reds’ non vogliono privarsene a cuor leggero e tenteranno di imbastire la negoziazione per il rinnovo per arrivare ad un accordo. Questo potrebbe invece influire sul futuro di un altro attaccante determinante in questi anni ad Anfield, ossia Sadio Manè. La sensazione, riferisce il ‘Mirror’, è che la decisione sul senegalese dipenderà da quella per Salah. Anche il numero 10 del Liverpool è in scadenza nel 2023. E se alla fine Salah dovesse restare, sarebbe lui a salutare. A quel punto, la Juventus si fionderebbe su di lui. Si tratterebbe comunque di un attaccante di grandissimo livello internazionale, capace di coniugare potenza e rapidità, dando alternative all’attacco bianconero del futuro.