Il nuovo allenatore non lo vuole: ‘occasione’ per la Juve

Con l’arrivo sulla panchina del Manchester United di Erik Ten Hag si prevede una rivoluzione per la prossima stagione. La Juventus guarda interessata

La notizia è ormai ufficiale: Ten Hag sarà il nuovo allenatore del Manchester United. La sua esperienza all’Ajax si chiude dopo quattro anni conditi da due vittorie dell’Eredivisie e una finale di Champions League sfiorata nella sua miglior stagione alla guida dei Lancieri, ossia quella del 2018-2019.

Rashford, occasione per la Juventus
Ten Hag pronto a rivoluzionare il Manchester United © LaPresse

Per i Red Revils si prevede una grande rivoluzione che probabilmente porterà all’addio di numerosi giocatori. Sono in scadenza di contratto Paul Pogba, Nemanja Matic, Jesse Lingard, Edinson Cavani e Juan Mata, tutti apparentemente destinati a lasciare il club. Filtrano inoltre notizie sulla probabile non conferma dei vari Aaron Wan-Bissaka, Eric Bailly, Phil Jones, Alex Telles, Anthony Martial y Marcus Rashford.

Undici giocatori sul piede di partenza. Un vero e proprio esodo che sta attirando l’attenzione di numerosi club in cerca di occasioni. Tra questi c’è anche la Juventus, ma questa volta i discorsi non riguardano il solito Paul Pogba.

Ten Hag fa piazza pulita: la Juventus pensa a Rashford

Juventus, idea Rashford
Marcus Rashford © LaPresse

Per rinforzare il reparto offensivo, specialmente se Morata non dovesse essere riscattato, i bianconeri potrebbero fare un pensiero su Marcus Rashford. Il talento classe ’97 ormai da qualche anno è la brutta copia del giovane di grande prospettiva su cui aveva puntato fortissimo lo United, affidandogli anche la maglia numero dieci.

In questa stagione le reti sono solamente quattro e la sensazione è che all’inglese serva un nuovo ambiente dove provare a rivitalizzarsi. Allegri potrebbe essere l’allenatore giusto per sfruttare le sue grandi qualità in campo aperto, partendo da sinistra come ama fare anche in Premier League.

Tutto dipenderà però dal futuro di Morata. I due probabilmente si pesterebbero i piedi e Rashford sta cercando un club dove poter trovare la continuità perduta. Vedremo come evolveranno queste due situazioni nelle prossime settimane, ciò che pare certo, comunque, è l’incombente addio al Manchester United del suo numero dieci.