La rinascita dello United passa dall’Inter: scambio con l’ex Milan

Con Ten Hag in panchina, il Manchester United cambierà molto nella prossima stagione. Un affare potrebbe coinvolgere anche l’Inter

Qualche settimana fa è arrivata l’ufficialità di Ten Hag sulla panchina del Manchester United. Una grande occasione per l’attuale tecnico dell’Ajax, che potrà mettersi in mostra in uno dei palcoscenici più prestigiosi al mondo. L’idea è quella di una rivoluzione in quasi tutti i reparti, con molte cessioni, ma anche diversi acquisti.

Il Manchester United pensa a Dumfries: scambio con Dalot
Dumfries, Lautaro e Calhanoglu © LaPresse

Tra i calciatori in partenza c’è anche Diogo Dalot, ex laterale del Milan, che quest’anno si è giocato le sue carte in Premier League, riuscendo a collezionare 22 presenze. Il classe ’99, però, non sembra essere un profilo ideale per il neo-allenatore, che su quel ruolo investirà eccome, poichè anche Wan-Bissaka è destinato a lasciare.

L’obiettivo del Manchester United per la fascia destra è l’interista Denzel Dumfries. Olandese come Ten Hag, che lo ha avuto da avversario negli anni in cui il calciatore militava nelle file di Heerenveen e PSV, è reduce da una grandissima prima stagione in Italia, dove ha fatto registrare numeri importanti: 5 gol e 5 assist in Serie A.

Manchester United su Dumfries: Dalot può essere la chiave

Lo United offre Dalot e 20 milioni per Dumfries
Denzel Dumfries © LaPresse

Per arrivare a Dumfries, lo United potrebbe pensare di inserire proprio Diogo Dalot nella trattativa. Il portoghese conosce già il campionato italiano ed è un profilo giovane che l’Inter sfrutterebbe per ringiovanire l’età media della rosa. Come conguaglio, però, la squadra inglese dovrà aggiungere almeno 20 milioni di euro.

La valutazione dai nerazzurri è infatti di circa 35-40 milioni per Dumfries, tanto più perchè si sta creando un’agguerrita concorrenza. Sulle sue tracce c’è anche il Bayern Monaco, ben intenzionato ad investirci per il futuro. Per l’Inter sarebbe una sorta di remake di quanto successo con l’affare Hakimi-PSG la scorsa estate.

Un ‘sacrificio’ utile alla società quindi: considerando che l’olandese arrivò per circa 15 milioni, la rivendita a quasi il triplo dopo una sola stagione genererebbe una plusvalenza importante, ottima per dare aria alle casse nerazzurre. Vedremo nelle prossime settimane come evolverà la situazione.