Follie Milan, via Leao per un doppio colpo da urlo

Cifre monstre per Leao, il Milan pronto alla cessione clamorosa che porterebbe al doppio colpo: per Juventus e Inter arriva la beffa

Il campionato è già archiviato anche se la festa rossonera va avanti. Il Milan aspetta novità sul fronte societario ed intanto pianifica le mosse di mercato.

Leao
Leao © LaPresse

C’è lo scudetto da difendere e una Champions League da onorare ed allora Maldini e Massara sono chiamati a rinforzare una rosa che perderà Kessie  e Romagnoli a parametro zero. Forse non le uniche cessioni perché lo splendido campionato della squadra di Pioli che fatto sì che i riflettori delle big europee puntassero proprio in casa rossonera. Soprattutto su Rafael Leao, eletto MVP della Serie A 2021/2022, e decisivo nel rush finale per la vittoria dello scudetto.

Una crescita importante quella del portoghese su quale si sono attivate le grandi di Europa: il Real, sfumato Mbappe, ci pensa, ma anche lo stesso Paris Saint-Germain potrebbe farsi avanti. Per convincere i rossoneri servirà una proposta da almeno 120 milioni di euro, un tesoretto che Maldini è pronto a investire per un doppio colpo da sogno.

Calciomercato Milan, Leao via: arrivano in due

Milinkovic
Milinkovic © LaPresse

Il Milan potrebbe cedere Leao per 120 milioni di euro. Una somma che i rossoneri sono pronti a investire nuovamente nel mercato. Così Maldini potrebbe bussare alla porta di Lotito per Milinkovic-Savic, un vecchio pallino milanista: per il centrocampista serbo potrebbe arrivare un’offerta da 80 milioni di euro che metterebbe fuori causa la concorrenza della Juventus.

Milinkovic ma non solo perché con la cessione di Leao servirebbe anche un rinforzo in attacco. Ed allora ecco l’assalto a Dybala con una proposta di ingaggio da nove milioni di euro, tra parte fissa e bonus. La Joya potrebbe essere allettato dall’offerta del Milan che supererebbe quella dei cugini dell’Inter. Un doppio colpo da sogno che rivoluzionerebbe centrocampo e attacco di Pioli e lascerebbe a mani vuote Juventus e Inter.