Inter-Conte, terza incomoda: scambio all’improvviso, Marotta si impone

Non solo Perisic, Conte guarda all’Inter per un’altro colpo ma si inserisce la rivale: la richiesta di Marotta sullo scambio

Gli intrecci di mercato, come prevedibile, stanno già portando in svariate direzioni e possono regalare grandi affari e colpi di scena. Il tourbillon, naturalmente, include anche le grandi del nostro campionato. Come l’Inter, che nella prossima stagione intende ritornare all’assalto dello scudetto, ma per rinforzarsi e rilanciarsi dovrà dire addio almeno a un paio di pezzi pregiati.

Inter-Conte, terza incomoda: scambio all'improvviso, Marotta si impone
Antonio Conte © LaPresse

Niente da fare per il rinnovo di Perisic, che sta per volare a Londra e raggiungere Antonio Conte, che lo ha ‘reinventato’ esterno a tutta fascia e ha contribuito a restituirgli un ruolo da protagonista in nerazzurro. I due si ritroveranno al Tottenham e il croato non è l’unico giocatore che l’ex tecnico interista vorrebbe agli ‘Spurs’ per la sua avventura in Champions League. Un altro suo pupillo è nel mirino, ma la strada per l’allenatore pugliese si fa in salita.

Inter, non solo Conte su Bastoni: la risposta di Marotta allo scambio proposto

Inter-Conte, terza incomoda: scambio all'improvviso, Marotta si impone
Beppe Marotta © LaPresse

Il giocatore che Conte vorrebbe a tutti i costi è Alessandro Bastoni. Il giovane difensore ha avuto una crescita esponenziale ed è diventato una colonna dell’Inter, e presto potrebbe diventarlo della Nazionale. Ma è anche il giocatore che i nerazzurri avrebbero ‘scelto’ di sacrificare sul mercato. Piero Ausilio, ieri, era a Parigi per la finale di Champions League e in ‘missione’ per valutare le opzioni. Oltre al Tottenham, c’è anche il Chelsea. I ‘Blues’ potrebbero sorpassare la concorrenza dei concittadini londinesi mettendo sul piatto Kovacic, come parziale contropartita. La valutazione del centrocampista croato si aggirerebbe intorno ai 35 milioni di euro e andrebbe dunque a coprire per poco più di metà l’esborso cash per il cartellino di Bastoni, valutato 60 milioni dall’Inter. Ma Marotta intende monetizzare con solo cash e dunque sarebbe intenzionato a rispedire la proposta al mittente.