Perisic UFFICIALE al Tottenham: “Volevo la Premier dal 2009”

Perisic saluta l’Inter e rilascia le prime parole con la maglia del Tottenham: le dichiarazioni del croato

Adesso è ufficiale, Ivan Perisic lascia l’Inter e diventa un nuovo calciatore del Tottenham. L’esterno croato raggiunge Antonio Conte a distanza di un anno dalla vittoria dello scudetto in nerazzurro.

Ivan Perisic addio
Ivan Perisic © LaPresse

Perisic lascia Milano e rilascia la sua prima intervista da calciatore degli Spurs: “Sono molto felice di iniziare con la famiglia degli Spurs. Quando sono stato contattato dal mister e dal direttore sportivo ho detto loro che volevo davvero venire in Premier League dal 2009, quando ho cominciato a giocare da professionista. Questo è il momento e non vedo l’ora. E’ un privilegio lavorare con un allenatore come Conte: abbiamo fatto molto bene all’Inter vincendo uno Scudetto dopo 11 anni.

E’ stato un anno perfetto: sono molto felice di vederlo di nuovo. Lui vive il calcio ogni momento, ogni giorno: anche quando dorme pensa al calcio. Mi piace il suo carattere e so che faremo grandi cose”.

Perisic lascia l’Inter e va al Tottenham

Perisic ha salutato i tifosi dell’Inter e ha mostrato il suo entusiasmo per la nuova sfida: “Tottenham in Champions? Lo aspettavo, ho visto le due ultime partite e dopo la vittoria con l’Arsenal era ovvio che ci qualificassimo. E’ un bene pure per me perché voglio giocare le migliori partite in Champions, in Premier e anche nelle coppe. Porterò grande lavoro perché mi piace lavorare molto e per la squadra: solo così puoi vincere qualcosa di importante.

Perisic calciomercato Tottenham
Perisic ©LaPresse

Posso giocare in diversi ruoli nello schema del Tottenham: porterò anche esperienza perché ho giocato in grandi club. Non vedo l’ora di iniziare e fare del mio meglio. Seguo il Tottenham da tempo perché molti croati hanno giocato qui e sono miei compagni in nazionale: Nel 2018 abbiamo giocato contro il Tottenham con l’Inter: poi gli Spurs hanno giocato la finale, è stata una grande esperienza. L’anno dopo ci ho giocato contro al Bayern, è stato speciale. E’ sempre stato sempre il mio sogno giocare nei 5 maggiori campionati e la Premier mancava: non vedo l’ora di iniziare”.