Conte non molla la presa: 25 milioni all’Inter

L’ex tecnico nerazzurro ha un solo desiderio per la sua difesa 2.0 e deve convincere sia l’Inter che il suo stesso Tottenham per poterlo concretizzare

Da quando ha fatto ritorno in Inghilterra per sedersi sulla scottante panchina del Tottenham, Antonio Conte ha subito messo in chiaro quale fosse il suo scopo. E di conseguenza, in che modo l’organico a sua disposizione dovesse cambiare per renderlo quanto più congeniale alle sue direttive. L’obiettivo ultimo, inutile persino da ribadire, resta quello del ben figurare in Champions League.

Antonio Conte ©LaPresse

Per far ciò dunque, il tecnico salentino si è già premunito di uno scintillante Perisic uscito dall’ennesima stagione di riguardo con la maglia dell’Inter. Come se non bastasse, sarebbe intenzionato a portare avanti il suo piano diabolico strappando alla sua ex squadra anche qualche altro nome di rilievo. Il primo, al fine di puntellare una difesa spesso carente, è Stefan de Vrij.

Per l’Inter potrebbe trattarsi di una buona o cattiva mossa a seconda dei punti di vista da cui la dirigenza nerazzurra ha intenzione di osservare la situazione. Da un lato, infatti, il difensore olandese non ha poi così sorpreso come ci sarebbe attesi. In più di qualche circostanza ha offerto prestazioni sottotono condite da sviste pesanti che hanno concesso ad avversari infallibili come Giroud (Milan) di svoltare le partite. Dall’altro, tuttavia, il club di Viale della Liberazione non avrebbe intenzione di liberarsene tanto facilmente a patto che non arrivi per tempo la firma certa del suo sostituto. Dopodiché, archiviata questa condizione, le porte del mercato sono spalancate.

Calciomercato: Conte insiste per de Vrij, gli ‘Spurs’ sospirano

Stefan de Vrij ©LaPresse

Discusso della potenziale reazione dell’Inter alle avance di Conte, non resta che affrontare lo scoglio Tottenham. Il club londinese, strano ma vero, è un po’ distante da quelle che sono le volontà del suo tecnico. 25 milioni di euro sono una manna dal cielo per l’inter, ma forse eccessivi per gli ‘Spurs’ che ad una cifra simile punterebbero su profili un pizzico più interessanti. Su questo entrerebbe in gioco l’abilità di Paratici.