Milan sotto attacco: “Conseguenze devastanti”

Il Milan deve ancora spingere il piede sull’acceleratore nel calciomercato estivo: arriva il duro attacco alla società rossonera

La stagione che si è conclusa ha visto il Milan trionfare, dopo undici anni di digiuno. Il 19esimo scudetto della storia rossonera è ormai, però, acqua passata. Si proverà a rimanere lì, al vertice, anche dopo l’attuale sessione di calciomercato che sta vedendo Inter e Juventus grandi protagoniste, con gli imminenti ritorni in Serie A di Romelu Lukaku e Paul Pogba.

Milan Maldini
Paolo Maldini © LaPresse

Ed il ‘Diavolo’? Molto ancora deve essere definito nella Milano rossonera, dove i contratti di Paolo Maldini e Frederic Massara rimangono in scadenza tra meno di una settimana. La dirigenza, con l’addio di Elliott e l’approdo di RedBird ai vertici del Milan, rischia quindi di subire cambiamenti davvero inaspettati.

Milan, Maldini in bilico: “È inaccettabile”

Milan Maldini
Massara e Maldini © LaPresse

Il professore e noto tifoso milanista, Gaetano Intrieri, ha lasciato un significativo messaggio su Twitter, facendo il punto in casa rossonera. Sotto la lente d’ingrandimento il futuro di Paolo Maldini, tra i grandi protagonisti della trionfale stagione rossonera e che paradossalmente rischia di lasciare il Milan tra pochissimi giorni. “Da tempo non scrivo nulla su questa farsa che davvero non giova a nessuno se non a garantire a Elliott un mega IRT sull’investimento”. Intrieri rincara la dose e si preoccupa per il possibile addio di Paolo Maldini.

“Adesso però mancano quattro giorni alla scadenza di Maldini e questo la trovo una porcata inaccettabile. Se Paolo lascia”, ha poi concluso, le conseguenze sarebbero devastanti. La partita per il futuro di Paolo Maldini al Milan è quindi ancora tutta da giocare, nonostante i tempi stretti ed il forte legame dello storico capitano con il club di via Aldo Rossi.

Milan Maldini
Paolo Maldini © LaPresse

Situazione dunque in divenire: nei prossimi giorni potrebbero arrivare novità contrattuali su Paolo Maldini e Frederic Massara.