Due colpi in entrata, due in uscita: si anima il mercato della Juve

La Juventus deve prima lasciar andare per poter accogliere, ecco in che modo la dirigenza ha intenzione di muoversi sul mercato nelle prossime ore

A pochissimi giorni dalla separazione ufficiale con Paulo Dybala per il quale non ci saranno sorprese dell’ultimo minuto, la Juventus è pronta a fare qualche altro passo avanti sul mercato. Non soltanto chiudendo il tanto desiderato ritorno a parametro zero di Paul Pogba, ma anche cercando di mettere nero su bianco sulla questione legata al riscatto di Alvaro Morata. Senza di lui, infatti, sarebbe necessario reinvestire denaro per un nuovo nome in attacco che si discosta a prescindere dalle voci su Di Maria e Zaniolo.

Adrien Rabiot ©LaPresse

Scendendo sotto la cinta della trequarti, la dirigenza bianconera ha in mente di liberarsi di Adrien Rabiot. Il centrocampista francese avrebbe espresso il forte desiderio di andare a giocare in Premier League, dove ci sarebbe già una piccola coda di pretendenti fra cui Arsenal, Manchester United e Newcastle. Le sue aspirazioni sono ancor più ambiziose, tanto da raggiungere vette un tantino irraggiungibili al momento come quelle di Liverpool e Manchester City. Quanto al Chelsea di Tuchel, suo ex allenatore al PSG, non si è smosso nulla. Resta a guardare il Tottenham. Il valore del suo cartellino si aggira comunque intorno ai 15 milioni di euro.

Rabiot non sarebbe l’unico dell’organico bianconero ad essere prossimo ad un cambio di maglia, proprio verso i verdi prati inglesi. Al suo fianco dovrebbe partire Luca Pellegrini, valutato poco più di 10 milioni di euro da società come Fulham e West Ham.

Calciomercato, Cambiaso e Kostic le new entries deal Juve

Filip Kostic ©LaPresse

Qualora venissero concretizzate le due cessioni di cui sopra, la Juventus potrebbe finalmente aprire le porte a due altri importanti obiettivi di mercato a cui è stata vicina per settimane. Il primo è Andrea Cambiaso del Genoa, da sempre conteso con l’Inter. Il secondo è Filip Kostic, dato tante volte in uscita dall’Eintracht Francoforte con cui si è laureato campione di Europa League.