Debito di 1 miliardo: il top club ‘imita’ il Barcellona

Il calciomercato estivo entra nel vivo ed una delle più grandi società d’Europa corre ai ripari: ecco la soluzione per il bilancio in rosso

L’estate 2022 regalerà certamente tante novità per quanto riguarda l’attuale sessione di calciomercato. I top club sono già al lavoro per rinforzarsi, in vista dell’imminente nuova stagione. Non è tutto rose e fiori, però, visto che la crisi economica ha coinvolto diverse grandi società, pronte a correre subito ai ripari.

Manchester United
Premier League © LaPresse

È stato il caso del Barcellona che, oltre alle cessioni di alcuni suoi gioielli, sta valutando diverse strategie per provare a fare respirare il bilancio della società di Joan Laporta. Ma i blaugrana non sono i soli: anche il Manchester United rischia grosso. Il debito accumulato spinge i ‘Red Devils’ a valutare una via fino ad ora mai percorsa.

Manchester United: ecco la soluzione alla crisi

Manchester United
Manchester United © LaPresse

Secondo quanto viene riportato dai colleghi del ‘Mirror’, attualmente il Manchester United deve fare i conti con un rosso in bilancio di ben 500 milioni di sterline. Il portale sottolinea come il debito potrebbe, tuttavia, aumentare ulteriormente. I ‘Red Devils’, portano avanti il piano di riqualificazione dell’Old Trafford e rischiano seriamente di raggiungere addirittura 1 miliardo di sterline di debiti.

Affinchè ciò non accada, dai piani alti del club di Manchester si starebbe valutando la possibilità di vendere i diritti sul nome dello stadio. Un’operazione molto simile a quella conclusa recentemente dal Barcellona di Laporta che, dal prossimo luglio, vedrà il suo stadio rinominarsi ‘Spotify Camp Nou’.

Manchester United
Old Trafford © LaPresse

In tal senso, i ‘Red Devils’ potrebbero portare avanti una possibilità analoga a quella conclusa dai catalani.