È fuori dal progetto, niente Champions: ultimatum della Juventus

I bianconeri vogliono evitare di perderlo a parametro zero, se non arriva la cessione diretta scatta l’esclusione dalla lista dei convocati per la Champions League

L’attenzione del mercato della Juventus, così come di ogni altra realtà competitiva sul territorio europeo, non è rivolta soltanto alle operazioni in entrata. Probabilmente sono proprio quelle in uscita a destare le maggiori difficoltà: senza quelle, infatti, è complicato potersi proiettare su nomi nuovi in chiave futura. Così la dirigenza bianconera è al lavoro per concludere positivamente la cessione di Matthjis de Ligt, ormai ai saluti, e di un altro difensore.

Alex Sandro ©LaPresse

È il caso di Alex Sandro, uno di quelli che giunsero a Torino con i fari puntati ma che stagione dopo stagione ha alternato alcuni momenti di gloria a tanti altri in sordina. L’ultima, poi, è stata specchio di incertezze, una forma fisica tutt’altro che eccezionale ed un calo di rendimento evidente. Il terzino sinistro brasiliano non rientra più tra i piani della società, così si sta cercando di fare il possibile per venderlo al giusto prezzo onde evitare lo svincolo a parametro zero al termine del contratto nel giugno 2023. Al calciatore, al contrario, converrebbe di certo restare un ultimo anno, percepire i 6 milioni di euro netti di ingaggio previsti e poi valutare con grande calma tutte le opzioni.

Alex Sandro si adagia, la Juventus è pronta all’esclusione

Alex Sandro ©LaPresse

Nel caso in cui Alex Sandro e la sua entourage non dovessero collaborare nel trovare assieme alla dirigenza bianconera una soluzione tempestiva all stallo, è molto probabile che Allegri decida di non inserirlo nella lista dei convocati per la prossima Champions League. Un segnale diretto che limita di molto lo spazio di manovra del calciatore, impossibilitato a ben figurare prima di accasarsi altrove a titolo gratuito come desidererebbe.