Lo United ascolta Cristiano Ronaldo: fissato il prezzo del cartellino

Si aprono le porte del mercato anche per Cristiano Ronaldo, lo United non vuole trattenerlo contro la sua volontà

Cristiano Ronaldo ha fatto nuovamente parlare di sé nel corso delle ultime settimane per la situazione di sottile infelicità che ha attraversato nel corso di un anno difficile al Manchester United. Come noto, tante altre squadre europee hanno accolto i primi segnali di malessere fiondandosi a capofitto su di lui senza ricevere alcuna informazione ufficiale da parte del club relativa a costi e richieste. Tra queste anche Roma e Juventus.

Cristiano Ronaldo ©LaPresse

Oggi il giorno della verità è arrivato. Stando a quanto ammesso dall’esperto di mercato Bruno Andrade, lo United avrebbe adesso aperto le porte a quanti sono realmente interessati al suo trasferimento. Il prezzo di partenza è di circa 15 milioni di euro. Lo scoglio, del resto, resta pur sempre l’elevatissimo costo d’ingaggio annuale che difficilmente potrà scendere al di sotto dei 20 milioni di euro a stagione. Puntare su Ronaldo, come sempre, è un investimento di un certo peso.

Calciomercato, Cristiano Ronaldo un peso per l’economia dei club

Cristiano Ronaldo ©LaPresse

Al momento sono poche le società disposte ad accollarsi una simile somma di mantenimento. Se ne contano giusto un paio in Europa, qualcuna negli Stati Uniti per non parlare delle sempre più ricche realtà del medio oriente. Quel che si risparmia sul trasferimento lo si perde inevitabilmente dopo. Concludere un affare per una sola stagione potrebbe ancora rientrare nei limiti della sostenibilità economico-finanziaria, ma andare oltre significherebbe colare a picco. Sempre che non si disponga di risorse pressoché illimitate.  La Roma, ad esempio, vuol sognare in grande ma prima è necessario uno studio ben dettagliato. La vera domanda, alla fine, ricade sul fatto se possa valerne o no la pena.