Bocciatura senza appello: “Molto meglio di Dybala”

Il futuro di Paulo Dybala resta avvolto nel mistero, l’attaccante argentino ex Juventus è ancora senza squadra: arriva una bocciatura netta

Quale sarà la prossima squadra di Paulo Dybala? Sembra assurdo, ma una risposta a questa domanda ancora non c’è. L’argentino, disoccupato di lusso al 14 luglio, è forse il più grande mistero della sessione di calciomercato in corso. Fino a qualche settimana fa tutte le strade portavano all’Inter, la soluzione preferita della ‘Joya’.

Dybala Inter Dzeko Mkhitaryan Inzaghi Correa
Dybala © LaPresse

I nerazzurri, però, hanno deciso di congelare l’operazione, dando priorità al ritorno di Romelu Lukaku in prestito dal Chelsea. Il belga ha occupato la casella a disposizione in attacco e adesso il reparto di Inzaghi è completo. Anzi, serve sfoltire. Di conseguenza, la ‘Beneamata’ ha accantonato la pista, come testimoniano anche le parole di Marotta. Se il Milan intende restare concentrato su altri obiettivi, negli ultimi giorni sono salite in modo significativo le quotazioni di Napoli e Roma. È bene comunque sottolineare che non si tratta di scenari semplici da realizzare, poiché entrambe devono superare degli ostacoli.

Calciomercato Inter, bocciatura netta per Dybala

Dybala Inter Dzeko Mkhitaryan Inzaghi Correa
Paulo Dybala © LaPresse

L’Inter la possiamo considerare definitivamente fuori dalla corsa? Molto probabile, anche se non c’è assoluta certezza in tal senso. C’è, invece, chi non vedrebbe per niente bene un approdo del classe ’93 a Milano sponda nerazzurra. Il noto giornalista Sandro Sabatini, ad esempio, ha rilasciato alcune dichiarazioni a ‘Radio Radio’ su Dybala, che non lasciano a ulteriori interpretazioni: “Per me, Dybala non giocherebbe titolare nell’Inter e andrebbe in competizione con Mkhitaryan. Dzeko ha fatto molto meglio di Dybala l’anno scorso“.

Sulla stessa scia anche l’ex portiere Nando Orsi, intervenuto sempre ai microfoni dell’emittente radiofonica citata: “Se ad Inzaghi lasciassero Correa e Dzeko e non prendessero Dybala, sarebbe contento, perché resterebbe con i suoi calciatori. Avere l’argentino in squadra non sarebbe semplice. Non comprandolo non avrebbe il problema di quando farlo giocare e al posto di chi. Non è un’occasione a zero, è un’operazione da 50 milioni. Il Dybala della passata stagione non lo prenderei“.