TV PLAY | Il punto sul Milan: “Mercato deludente e futuro nebuloso”

Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it in onda su TvPlay, il giornalista di Libero, Federico Strumolo, fa il punto sul Milan

Calciomercato, futuro societario e non solo: Federico Strumolo, noto giornalista del quotidiano Libero, fa il punto su presente e futuro del club rossonero.

Paolo Maldini © LaPresse

In merito al calciomercato del Milan, Strumolo ha spiegato: “La piazza è delusa, siamo a fine luglio e grandi investimenti non sono stati fatti. Se in questi giorni il Milan dovesse chiudere De Ketelaere e altri colpi importanti di mercato naturalmente tutto cambierebbe. Siamo in un momento fondamentale del percorso e del progetto del Milan, siccome i rossoneri hanno vinto il campionato e si sono qualificati al secondo anno di fila in Champions League, dunque la piazza è in attesa di questi colpi di mercato che ancora non sono arrivati”.

Il giornalista di Libero ha fatto anche il punto sulle vicende societarie e sull’operato di Maldini e Massara: “La questione societaria è nebulosa. Il cambio di proprietà non velocizza la questione, questo è poco ma sicuro. Noto molto pessimismo, stiamo parlando della società che ha vinto il campionato la scorsa stagione. Se il Milan dovesse prendere De Ketelaere e un centrocampista tante squadre vorrebbero essere al posto del Milan. Non si può criticare il lavoro di Maldini e Massare, loro hanno sbagliato poco o nulla nella loro avventura. Il tifoso dei rossoneri non deve perdersi di animo, stiamo parlando di una squadra che ha mantenuto la sua ossatura e resta comunque forte e competitiva. Ricordo un elemento, l’anno scorso i rossoneri hanno perso due pedine importanti: Donnarumma e Calhanoglu”.

Casa Milan © LaPresse

Futuro Milan, il punto di Federico Strumolo

Nel corso del suo intervento, Strumolo ha commentato anche le parole di Julian Nagelsmann, tecnico del Bayern Monaco che avrebbe dichiarato che in Italia è difficile tenersi in forma commentando le condizioni di de Ligt: Ci sono dei video pubblicati su canali tedeschi e anche italiani che smentiscono un po’ quello che viene riportato su Nagelsmann. Ha detto che De Ligt in questi anni non ha giocato tantissimo e il che è opinabile a meno di non considerarlo giocatore da 50 partite, mentre la parte sulla forma fisica non è chiarissima dagli audio, ma pare aver detto che se non si gioca sempre è difficile tenersi in forma, quindi è una polemica che probabilmente è nata sul nulla”.

E ancora: “Secondo me semplicemente non gli interessa, non è che sia spocchioso o è arrogante alla Mourinho, semplicemente in conferenza ti dice quello che pensa. So solo che De Ligt lo ha allenato per appena una settimana dopo 60 ore in cui ha fatto le visite, si è trasferito, etc… mi stupirei anche io se non fosse stanco. La polemica comunque nasce da un qualcosa che non ha neanche detto, lui è concentrato sul suo lavoro, gli interessa poco degli altri”.

Dunque, Strumolo ha concluso: “Forse ha valutato dai parametri fisici e atletici che De Ligt per restare al top ha bisogno di ancora più minuti rispetto a quelli che faceva alla Juventus, probabilmente i dati atletici che ha il Bayern sono molto interessanti. Tutti i nuovi giocatori del Bayern, o dicendolo apertamente o secondo rumors, hanno detto che il confronto con Nagelsmann è stato decisivo. Parliamo di giovani come appunto De Ligt, Granverberch e Mazraoui. Ma Manè invece ha ancora pochi anni al top e tanta esperienza, se lo dice anche lui evidentemente qualcosa di vero c’è. Monaco poi è una città pazzesca”.