Ancelotti lo lascia andare sulla scia di Jovic: è idea Milan

Il giovane talento brasiliano è uno dei grandi esclusi di Ancelotti, un eterno ‘prestato’ che potrebbe accasarsi al Milan sulla scia della stessa modalità intrapresa per Jovic alla Fiorentina

Il Real Madrid ha attraversato una discreta fase precampionato e si appresta a fare la voce grossa anche in questa stagione. Il desiderio di Carlo Ancelotti è quello di riconfermarsi ai massimi livelli, difendere il titolo di Campioni d’Europa coi denti. Per farlo, Florentino Perez ha puntellato l’organico a disposizione del tecnico italiano con qualche innesto di qualità, ma le operazioni più urgenti riguardano le uscite.

Il Real Madrid campione d’Europa ©LaPresse

Così come per il Barcellona, anche i ‘ Blancos’ vantano in rosa una serie di elementi giovani e dal grande potenziale che però non hanno modo di dire la loro in squadre dove c’è da sudare molto per ritagliarsi anche pochi minuti di gioco. Così le rispettive dirigenze lavorano per smistarli in prestito, al fine di farli crescere professionalmente ed aumentare le loro valutazioni pre generare plusvalenza.

Un caso curioso è però rappresentato dall’attaccante brasiliano Reinier. Acquistato per 30 milioni di euro dal Flamengo quando era appena un under, il calciatore ha subito una sostanziale involuzione nel corso della sua esperienza biennale al Borussia Dortmund. Poco più di trenta presenze complessive ed una sola rete segnata hanno fatto scattare il campanello degli addetti ai lavori madrileni. Ora il suo cartellino vale meno di 10 milioni. Una questione delicata e discussa, per la quale il Valladolid avrebbe palesato una forma di interesse per suo il trasferimento in prestito. L’ennesimo di una carriera vacillante.

Calciomercato, occasione Milan per Reinier

Reinier ©LaPresse

Ancelotti avrebbe persino escluso Reinier dalle sessioni d’allenamento della Prima Squadra, rendendogli di fatto la strada ancora più ardua di quanto non lo sia già. Da tutta questa situazione potrebbe approfittarne il Milan, da sempre attento ai movimenti di mercato del Real Madrid con cui si è fatto affari per decenni. E chissà che l’operazione in prestito non includa anche il diritto di riscatto, come accaduto per Jovic adesso nelle mani della Fiorentina. Di certo sarebbe un modo per sbarazzarsi di un profilo che ha portato troppo pochi benefici.