La Juventus non si ferma più, ora il Milan rischia la beffa

Vittoriosa nella prima giornata di campionato, la Juventus non vuole fermarsi sul mercato: nuovo colpo per Allegri e ora il Milan trema

Buona la prima per la Juventus: 3-0 al Sassuolo e primi tre punti incamerati per Massimiliano Allegri. Una buona prova per i bianconeri, un po’ offuscata dall’infortunio di Di Maria, costretto ai box almeno fino a settembre.

Allegri
Allegri © LaPresse

Un peccato per quello che finora è stato l’acquisto più indovinato da parte della società piemontese. Un mercato importante quello juventino che non è ancora completato: dopo Pogba, Di Maria, Bremer e Kostic, i bianconeri sono alla ricerca di un altro attaccante, con Depay grande favorito, e di un regista. In questo caso il nome caldo è quello di Leandro Paredes, in uscita dal Paris Saint-Germain. Nonostante lo stop della trattativa tra Rabiot e Manchester United per il trasferimento del francese in Premier, i dirigenti della Juventus continuano i contatti con quelli del Psg per l’argentino. Discorsi avviati e trattativa che con la cessione di Rabiot potrebbe sbloccarsi. Ma occhio perché Paredes potrebbe fare la tratta Parigi-Torino non da solo.

Calciomercato Juventus, altro colpo dal Psg: Milan avvisato

Diallo
Diallo © LaPresse

Durante i discorsi avviati per Leandro Paredes, infatti, Juventus e Paris Saint-Germain potrebbero aver toccato anche l’argomento Diallo. Il centrale, 26 anni, è l’obiettivo principale del Milan per la difesa, ma i rossoneri rischiano la beffa.

Con il futuro di Rugani ancora in bilico, diverse le pretendenti in Serie A, Sampdoria su tutte, i bianconeri potrebbe fare un altro colpo nel pacchetto arretrato. Diallo sarebbe un nome ideale: discreta esperienza internazionale, basso costo e capacità di adattarsi a giocare anche da esterno mancino, in alcune circostante in carriera ha rivestito anche il ruolo di mediano. Una sorta di jolly che ad Allegri farebbe comodo e che la Juventus potrebbe provare ad inserire nell’affare Paredes con il Psg. Il Milan però è molto avanti e la necessità per i bianconeri di attendere la definizione dell’affare Rabiot, rende più complicato l’inserimento.