Di Maria e Kvaratskhelia: l’ultima bordata alla dirigenza della Juventus

Le prestazioni e i numeri dell’argentino e del georgiano parlano chiaro, c’è l’attacco alle strategie di mercato bianconere in questa sessione di mercato

Che Juventus e Napoli siano due delle favorite al titolo di campione d’Italia anche in questa stagione non è una novità. I bianconeri sono chiamati al riscatto di una recente passato altalenante, mentre gli uomini di Spalletti mirano al salto di qualità definitivo anche a livello internazionale.

Angel Di Maria ©LaPresse

Per farlo entrambe le dirigenze si sono adoperate molto in questa sessione estiva di calciomercato, ma con strategie e metodi diversi. Proprio per questo motivo, il giornalista ed opinionista sportivo Paolo Bargiggia ha voluto fare un confronto tra le due realtà prendendo in analisi i numeri di Angel Di Maria e Khvicha Kvaratskhelia. Due nomi fortemente voluti dalle rispettive società.

“La Juventus prende Di Maria per un anno, anni 34 e lo paga 7,5 milioni netti; circa 12 col Decreto Crescita. Il Napoli prende un fenomeno come Kvaratskhelia di anni 21 a 9 milioni più 2 di bonus e gli da 1,2 milioni netti di ingaggio. Dov’è l’errore? A Torino belli!”, incalza Bargiggia.

Calciomercato, il Napoli punta alla massimo risultato con la minima spesa

Khvicha Kvaratskhelia ©LaPresse

Dai numeri evidenziati, è come se la Juventus avesse preferito puntare sull’esperienza di uno che di classe ne ha da vendere e ha vinto di tutto nella sua lunga carriera professionistica tra le file di alcuni dei più prestigiosi club a livello mondiale. Peccato però per i costi elevati: un’operazione di tutto rispetto ma che lascia a desiderare quanti, invece, avrebbero puntato su un profilo più giovane ed economico come il georgiano ma di ampia prospettiva.