Patto fra Mourinho e Pioli: doppia soluzione a centrocampo

Il Milan di Stefano Pioli e la Roma di Josè Mourinho potrebbero intrecciare le loro strade in sede di calciomercato: le ultimissime notizie sul campionato italiano di Serie A

Sono stati tre giorni decisamente diversi a livello di umore in casa Milan e in casa Roma. I rossoneri, allenati da Stefano Pioli, nella serata di domenica hanno ottenuto un pareggio abbastanza sofferto contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini.

Milan, Pioli su Lukic
Stefano Pioli © LaPresse

I nerazzurri hanno messo in seria difficoltà il centrocampo del Diavolo che ha mostrato alcune lacune dal punto di vista strutturale e che potrebbe ricevere un’ultima modifica in queste battute finali di calciomercato. In casa Roma invece, il discorso è diametralmente opposto. Mentre sul campo, nonostante qualche difficoltà, i risultati arrivano con Mourinho a punteggio pieno dopo due giornate, in merito al capitolo infortuni la situazione è drasticamente diversa. Wijnaldum ha accusato la frattura della tibia che lo terrà lontano dal calcio giocato per tre mesi circa, mentre Nicolò Zaniolo, durante uno scontro di gioco, ha avuto un problema alla spalla che dovrebbe tenerlo ai box per poco meno di un mese.

Entrambe le squadre hanno quindi problemi a centrocampo e potrebbero dunque stringere una sorta di “patto” per riuscire a rinforzarsi magari senza ostacolarsi. I nomi al centro di quest’intreccio sarebbero quelli di Tiemoué Bakayoko, centrocampista in prestito al Milan dal Chelsea, e Sasa Lukic, tuttofare del Torino di Ivan Juric.

Calciomercato Milan e Roma, doppio rinforzo

L’ex giocatore del Monaco, attraverso un accordo fra le società, potrebbe trasferirsi per il secondo anno di prestito in Italia alla Roma, con Mourinho che avrebbe dunque un centrocampista fisico ed in grado di dare maggior profondità al reparto del club capitolino. Con lo Special One soddisfatto, il Milan potrebbe fare un tentativo last minute per un jolly del centrocampo come Sasa Lukic, probabilmente in uscita dal Torino, club che resta comunque bottega cara quando si tratta di cessioni inaspettate.