Sorteggi Champions: le reazioni di Maldini, Inzaghi e Zanetti

Le reazioni di Maldini, Javier Zanetti e Simone Inzaghi sui sorteggi di Champions League

Nella giornata di oggi si sono svolti i sorteggi della nuova Champions League 2022-2023: l’Inter ha beccato un girone di ferro e dovrà vedersela con Barcellona e Bayern Monaco.

Inzaghi Inter Sorteggi Champions
Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter © LaPresse

Il Milan, invece, sarà contro il Chelsea di Tuchel ma in un girone nel complesso più abbordabile. Di seguito le parole di Simone Inzaghi e Javier Zanetti in merito alle avversarie dei nerazzurri: “La Champions League è una competizione di grande prestigio: incontreremo squadre molto forti e ben organizzate ma come sempre prepareremo ogni gara nel migliore dei modi, studiando ogni dettaglio perché sappiamo che a questi livelli non esistono partite facili e scontate. Siamo l’Inter, affrontiamo questa competizione con entusiasmo, con l’obiettivo di dare continuità al cammino fatto già lo scorso anno.”

Sorteggi Champions: le parole di Zanetti e Maldini

Javier Zanetti ha commentato: “Un girone difficile e complicato, con due squadre come Bayern e Barcellona che sono abituate a giocare questa competizione, ma noi siamo l’Inter. L’anno scorso ci siamo dimostrati all’altezza con il Liverpool. Sicuramente per questi big match dovremo essere al top della forma. La Champions è la competizione dei dettagli, ci sono le squadre migliori, noi ci siamo e ce la giocheremo. Nel 2010 abbiamo affrontato Barcellona e Bayern, ma era tempo fa. Il calcio è cambiato. Queste due squadre sono capaci di metterti in difficoltà. Affrontare queste squadre è un grande stimolo, il Bayern ha una squadra molto consolidata, il Barcellona sta trovando equilibrio e identità. Vogliamo dare continuità al percorso. Non c’è paura, ma rispetto. Saremo pronti”.

Milan Sorteggi Champions
Maldini © LaPresse

Anche Paolo Maldini ha parlato delle avversarie del suo Milan: “Un girone che ci vede testa di serie, quindi, sulla carta, sembra meno difficile rispetto a quello dell’anno scorso. Ci sono squadre forti, come il Salisburgo che non ha una grande storia ma che è difficile da affrontare e la dinamo Zagabria, che abbiamo affrontato qualche anno fa nei preliminare, e poi c’è il Chelsea. Le favorite sono Milan e Chesea. È bene avere una squadra forte all’interno del girone, può semplificare un pochino la qualificazione. Sulla carta è un girone che ci soddisfa- Vogliamo passare il turno, siamo in uno step intermedio ma non ci impedisce di sognare”.